L’eredità: un passaggio delicato, avvocato successioni Bologna

L’eredità: un passaggio delicato, avvocato successioni Bologna TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

Keywords: eredità, successione, testamento, eredi TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

FOTO BECCARIA MEDICA 3

SUCCESSIONI EREDI DIVISIONE SOLUZIONE AVVOCATO ESPERTOavvocati a Bologna

RISOLVI?

CHIAMA !!

ADESSO !!!!

AREE DI COMPETENZA:

  • Eredità
  • Legittima
  • Testamento olografo
  • Testamento segreto
  • Testamento pubblico
  • Testamento biologico

Accettazione di eredità

Rinuncia all’eredità

  1. Azione giudiziaria a tutela dell’erede legittimo
  2. Azione di divisione 
  3. Tutela della massa ereditaria prima della Morte
  4. Successioni
  5. Redazione della Dichiarazione di successione e sua presentazione presso gli Uffici competenti

 

 

separazione e divorzio a Bologna? 3 Ti spiego come devi fare e cosa bisogna fare

separazione e divorzio a Bologna? 3 Ti spiego come devi fare e cosa bisogna fare

​ La successione legittima, o ab intestato, è quella senza testamento. Può coesistere con la successione testamentaria. Se il testamento dispone solo di alcuni beni relitti. In questo caso, sui beni non oggetto di testamento occorre applicare le regole della successione legittima. Ci sono cinque categorie di soggetti chiamati ad ereditare nella successione legittima.

  1. il coniuge
  2. i discendenti
  3. gli ascendenti e i collaterali
  4. gli altri parenti
  5. da ultimo lo Stato

Le quote e le regole sono indicate  dagli artt. 565 ss del codice civile. Si dica che lo Stato eredita solo in assenza di altri successibili. Inoltre, creandosi spesso una comunione, si applicherà l’istituto della collazione. Cioè la restituzione delle donazioni.

In merito alle disposizioni testamentarie è opportuno rivolgersi al professionista per definire nella maniera più opportuna, consapevole e determinata tra le parti, la procedura da seguire, onde evitare di tralasciare aspetti che alla lunga possono rivelarsi di fondamentale importanza.

Quando una persona decede è necessario avere presente tutti gli aspetti che regolano la sua successione. La prima cosa da fare è presentare la dichiarazione di successione e quindi occorre sapere quando e dove presentarla, chi è obbligato a farla, quali beni vanno indicati, come si compila, le imposte da pagare e via dicendo.

  • Dalle successioni nascono liti  e le questioni sono spesso particolarmente complesse, sia da un punto di vista prettamente giuridico, poiché vengono coinvolti innumerevoli istituti di diritto civile, sia da un punto di vista più strettamente personale, stante il coinvolgimento di interessi di natura patrimoniale mischiati a rapporti parentali non sempre di facile gestione.

  • L’avvocato successioni Bologna Sergio Armaroli si propone di assistere il Cliente anzitutto nella fase di consulenza e di eventuale redazione di testamenti, in modo da poter evitare eventuali successivi problemi interpretativi e controversie, ma altresì nella fase di gestione del patrimonio del de cuius in caso di successione testamentaria o legittima.

  • Pianificare subito la propria  successione ereditaria può  evitare liti tra i figli.

    Non è mai troppo tardi per decidere il destino da assegnare al proprio patrimonio  nel momento del trapasso.

  • Come noto, nel nostro ordinamento giuridico  l’eredità può essere devoluta per legge (successione legittima) o per testamento (successione testamentaria)

  • Viene attribuita per legge nel caso in cui il defunto non abbia redatto alcun testamento.

Lo Studio avvocato Bologna  affronta tutte le complesse questioni che caratterizzano, dopo il decesso di una persona, la sua vicenda ereditaria: capacità a succedere, accettazione con o senza beneficio di inventario, rinuncia all’eredità, successione legittima o testamentaria, azione di riduzione, divisione e collazione, scioglimento della comunione ereditaria, validità ed impugnazione del testamento.

Quali sono i requisiti del testamento olografo 

–Autografia: il documento (detto anche scheda testamentaria) in cui sono contenute le volontà del testatore deve essere redatto integralmente dalla sua mano al fine di garantire che le disposizioni siano riferibili alla volontà del testatore medesimo. Ad esempio qualora nel testo si trovasse una parola scritta da una mano diversa, il testamento sarebbe nullo. Non è riconosciuto come tale un testamento olografo scritto a macchina o stampato al computer. Questo per evitare che sussistano dei dubbi sulla reale provenienza delle sue scelte.

-Data: è un elemento importantissimo perché accerta la capacità del testatore nel momento in cui fu redatto il testamento. Deve contenere l’indicazione del giorno, mese e anno e può essere apposta in ogni parte della scheda.

-Sottoscrizione: l’apposizione della firma del testatore, è condizione necessaria per l’individuazione dell’autore dell’atto. Secondo l’art. 602 c.c. essa “deve essere posta alla fine delle disposizioni”.

Se anche non è fatta indicando nome e cognome, è tuttavia valida quando designa con certezza la persona del testatore.

TIPI DI SUCCESSIONE:

successione legittima, ossia la successione che si apre in assenza di testamento ed alla quale possono concorrere, a seconda dei vari casi, i parenti (figli, genitori, ascendenti, fratelli e sorelle, parenti entro il sesto grado), il coniuge e, in mancanza di altri aventi diritto, lo Stato;

successione testamentaria, ossia la successione che si apre in presenza di un testamento (olografo, pubblico, segreto) e con la quale il defunto dispone del suo patrimonio (nel rispetto, comunque, dei diritti dei legittimari: v. oltre) o soltanto di determinati beni (legato);

legittimari, persone alle quali la legge riserva in ogni caso una quota dell’eredità (quota “legittima”), per cui, a prescindere da qualsiasi disposizione testamentaria, queste persone hanno diritto a tale quota; le persone in questione sono il coniuge, i figli e gli ascendenti legittimi;

impugnazione del testamento per lesione della quota “legittima”, nel caso in cui con il testamento il defunto (detto anche “de cuius” o “testatore”) abbia disposto del suo patrimonio violando la quota in ogni caso riservata ai legittimari;

AVVOCATO SERGIO ARMAROLI BOLOGNA RISOLVE SUCCESSIONI TUTELA EREDI

  1. AMBITI DI COMPETENZA SPECIFICA:

  2. Eredità

  3. Consulenza ereditaria

  4. Quote di legittima

  5. Testamento olografo

  6. Testamento segreto

  7. Testamento pubblico

  8. Accettazione di eredità

  9. Eredi necessari

  10. Patto di famiglia

  11. Trust

  12. Azione giudiziaria a tutela dell’erede legittimo

  13. Donazioni tra coniugi

  14. Donazione ai figli

  15. Donazione in vista di un futuro matrimonio

  16. Donazione indiretta

  17. Successioni

  18. Redazione della Dichiarazione di successione e sua presentazione presso gli Uffici competenti

  19. Esecuzione visure catastali

  20. Riunioni di usufrutto

  21. Domande formali di ogni genere attinenti alla successione

  22. Rinunzia all’eredità

  23. Assistenza in atti pubblici

  24. Attivazione della pianificazione successoria

  25. Redazione di testamenti sulla base delle disposizioni del testatore

  26. Pianificazione della successione

  27. Pianificazione della successione all’interno dell’impresa

  28. Custodia di testamenti

  29. Custodia di disposizioni di ultime volontà

Quindi può andare bene anche uno pseudonimo a condizione che faccia riconoscere senza ombra di dubbio il testatore.

Cosa fare quando si teme di essere di fronte ad un Testamento falso Bologna ? Per prima cosa occorre impugnarlo per poter andare a garantire il congelamento di tutti i beni e dell’intera eredità.

Per impugnarlo occorre che si vada ad effettuare una denuncia alle autorità dichiarando il suo sospetto. Il sospetto nasce quando si riconosce che la firma non è reale, magari del tutto falsa.

La data di emissione del testamento è stata trascritta il giorno dopo il decesso della persona interessata, una cosa letteralmente impossibile oppure per dei dubbi su quando esso sia stato effettuato, vale a dire se ci sono dei trascorsi di incapacità mentali. Una volta che essi sono stati verbalizzati è possibile richiedere una perizia calligrafica e tutte le procedure di rito per sapere quando esso sia stato creato.

Come si devolve l’eredità?

L’eredità può essere devoluta (art. 457 C.C.) per legge (cd. successione legittima) o per testamento (cd. successione testamentaria).

Successione legittima e successione testamentaria possono operare anche in concorso tra loro, non si escludono reciprocamente.

Può, infatti, accadere che il de cuius, pur facendo testamento, non abbia disposto di tutti i suoi beni.

In tale ipotesi, per il resto del patrimonio si applica la successione legittima.

Invece, nel caso in cui il de cuius abbia disposto per testamento di tutto il suo patrimonio, le due successioni non possono coesistere.

Quali sono le forme del testamento? 

Le forme ordinarie di testamento sono:

olografo, cioé quello scritto, sottoscritto e datato interamente di pugno dal de cuius, e

per atto di notaio, che, a sua volta, può essere  pubblico o segreto: il testamento pubblico è quello che viene redatto dal notaio avanti due testimoni e sottoscritto dal testatore, dai testimoni e dal notaio; il testamento segreto, invece, è sottoscritto dal solo testatore e consegnato al notaio alla presenza dei testimoni.

Vi sono, inoltre, forme speciali di testamento, tassativamente previste dalla legge (artt. 609 e ss. Cod. civ.).

Trattasi di testamenti che possono essere fatti solo da determinati soggetti in circostanze particolari (es. malattie contagiose, calamità pubbliche, a bordo di nave o di aeromobile, testamenti di militari…), ed hanno un’efficacia temporanea, sono revocabili ed hanno natura di testamento pubblico.

Sarà corretto parlare di eredi legittimi solo in quei casi in cui il defunto non abbia lasciato alcuna disposizione testamentaria, così che la ripartizione dei beni avverrà secondo i criteri stabiliti dal codice civile.

Si parla in questo caso di successione legittima, e in questo contesto, sono, quindi, indicati come eredi legittimi coloro i quali sono designati destinatari dei beni, per espressa previsione della legge. I criteri di assegnazione sono differenti e variano in virtù del numero e del grado di parentela di ciascun erede legittimo.

Proprio per rispondere alle tante differenti situazioni possibili, la legge prevede una fitta rete di criteri a cui dover fare riferimento, per poter individuare in ogni situazione chi siano gli eredi legittimi.

Vediamo alcuni esempi. Superstiti al defunto:
– Solo il coniuge: beneficia di tutto il patrimonio ereditario;  TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 
– Il coniuge ed un solo figlio: beneficiano ciascuno di metà del patrimonio ereditario; TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 
– Il coniuge e due figli: beneficiano ciascuno di un terzo del patrimonio ereditario; TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 
– Il coniuge e più di due figli: il coniuge beneficia di un terzo e i restanti due terzi saranno divisi tra i figli in parti uguali; TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 
– Il coniuge e fratelli e sorelle: il coniuge beneficia dei due terzi, il restante terzo sarà diviso in parti uguali tra i fratelli e le sorelle TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

I legittimari

Sarò, invece, corretto parlare di eredi legittimari, nel caso inverso, ovvero quando il defunto abbia lasciato delle disposizioni testamentarie. In tale contesto, gli eredi legittimari, sono coloro ai quali la legge riserva in ogni caso una quota d’eredità che non potrà comunque essere lesa neanche dalle disposizioni testamentarie del defunto. I legittimari, sono, infatti, titolari di una quota vincolata del patrimonio del testatore, che proprio per questo è indicata solitamente come quota legittima o di riserva.

Al contrario, è indicata, invece come “disponibile” quella quota di cui il de cuius può liberamente disporre con il proprio testamento.

I legittimari sono individuati dalla legge (in particolare dal’art. 536 del codice civile) e sono: il coniuge, i figli legittimi (cui sono equiparati i figli naturali, anche non riconosciuti e quelli adottivi) e gli ascendenti legittimi.

La chiarezza in un momento difficile

Cos’è la successione e a chi va?

Cosa si intende per successione legittima?

E se il testamento esiste?

Che accade se le quote non sono rispettate?

Si può essere esclusi dall’eredità?

Che fare se i propri diritti non vengono rispettati?

La chiarezza in un momento difficile

avvocati a Bologna, avvocato separazioni Bologna

Quando in famiglia arriva un lutto, non ci sono solo gli aspetti affettivi, già fin troppo impegnativi di per sé, da affrontare. In aggiunta al dolore della scomparsa, nel momento in cui una persona muore si apre la fase della successione, un momento delicato che richiede attenzione e chiarezza per gli eredi, termine nel quale vanno compresi tutti coloro che hanno diritto alla propria quota di eredità. E la chiarezza passa innanzitutto dal significato delle parole.

avvocati a bologna

Cos’è la successione e a chi va?

La successione è infatti il trasferimento dei beni mobili e immobili agli aventi diritto. E tra questi ultimi rientrano due categorie. Nella prima sono compresi i parenti (eredi universali): a loro va la totalità dei beni, debiti compresi che, solo nel caso di accettazione con beneficio di inventario, intaccano la quota dei beni ricevuta (l’eredità può essere comunque rifiutata entro 3 mesi dalla morte del congiunto). Nella seconda, invece, sono compresi coloro che vantano comunque un diritto (eredi legati o legatari) senza obblighi sui beni trasferiti. Infine si può lasciare parte del proprio patrimonio a un ente o un’associazione, ma solo la cosiddetta quota disponibile, che va da un quarto a due terzi del patrimonio stesso. Se tuttavia non ci sono eredi, il lascito può coincidere con l’intero ammontare dei propri beni.

CALL TO ACTION

Cosa si intende per successione legittima? TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

Esistono tre tipi di successione. La prima è la legittima, quando manca un testamento e riguarda il coniuge superstite, i discendenti (i figli), gli ascendenti (i genitori), i collaterali (i fratelli, le sorelle e i loro discendenti) e altri parenti (ascendenti fino al quinto grado e discendenti entro il sesto grado). Per loro sono definite quote riportate nella tabella 1. Infine c’è lo Stato a cui va l’eredità “vagante”, quando non esistono eredi.

afd6

Tabella 1 – Quote in caso di TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ successione legittima  

E se il testamento esiste? TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

La seconda, se invece il testamento esiste, si chiama testamentaria: in questo caso il testamento deve essere olografo (scritto e firmato a mano da chi lascia i suoi beni con tanto di data e luogo in cui viene redatto) oppure redatto sotto dettatura di un notaio con due testimoni presenti (testamento pubblico). Si chiama testamento segreto quello olografo ricevuto in busta chiusa dal notaio. Le quote in questo caso sono riportate nella tabella 2.

Tabella 2 – Quote in caso di successione testamentaria

Che accade se le quote non sono rispettate? TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

La terza ipotesi di successione invece prende il nome di successione necessaria e si profila quando le quote di riserva destinate agli eredi (legittime) non sono rispettate.

afd4

Si può essere esclusi dall’eredità? TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

La risposta è sì e accade in casi particolari: succede infatti a chi ha subito una condanna per omicidio o tentato omicidio ai danni del defunto o dei suoi eredi. Il concetto si estende a chi ha falsificato (o provato a falsificare) il testamento, a chi ha calunniato un erede e ha provato a far revocare o modificare il testamento. Non è escluso invece il coniuge separato a cui non è stata addebitata la separazione mentre il coniuge divorziato perde i propri diritti sull’eredità.

Che fare se i propri diritti non vengono rispettati?

In questo caso si può ricorrere in giudizio. Chi non ha ancora accettato l’eredità, può agire affinché la durata dell’azione giudiziaria non intacchi il patrimonio in modo grave o irreparabile. Può inoltre chiedere l’autorità giudiziaria l’autorizzazione a vendere beni deperibili o che sarebbe troppo oneroso conservare. L’erede in quanto tale, invece, può agire nei confronti di chi usufruisce un bene ereditato con la cosiddetta petizione di eredità. In questi casi si apre un capitolo complesso, un capitolo che richiede un’assistenza specializzata che tuteli gli aventi diritto e che possa seguire tutta la questione con le competenze necessarie.

Avvocati Bologna per separazione, avvocati Bologna, avvocati a Bologna, avvocati penale Bologna, avvocati per divisione ereditaria Bologna, avvocati responsabilità medica Bologna, avvocati incidenti Bologna, avvocati Danno Bologna, aavvocati matrimonialiasti Bologna Avvocato Bologna Avvocati Bologna Studio legale Separazione e divorzio

Avvocato matrimonialista  Avvocato eredità Avvocato divisione ereditaria

Avvocato Ravenna Avvocato Rimini Avvocato Lugo

Caparra confirmatoria Avvocato fallimento Avvocato penalista Avvocato cassazione

TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ Avvocato appello 

studio legale bologna

avvocati a bologna TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

avvocato penalista bologna

avv bologna

recupero crediti

avvocato divorzista bologna

avvocati penalisti bologna

avvocati di bologna

studio legale TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

avvocato civilista bologna

avvocati divorzisti bologna

avvocati milano

avvocato online

TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’

divorzio consensuale

studio legale penale bologna

avvocati matrimonialisti bologna

separazione consensuale

avvocato penalista TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

diritto di famiglia TESTAMENTO BOLOGNA EREDITA’ 

avvocati civilisti bologna

studio legale a bologna

avvocato penalista milano

avvocato on line

chiama adesso PREMI