Assistenza incidenti stradali Rovigo,

avvocati per incidenti stradali,

avvocato assicurazioni incidente treviso

AA1111 FRECCIA

Premetto che mi occupo solo di incidenti mortali o con gravi lesioni, in quanto occorre a un caso di incidente stradale dedicare molto tempo, molta attenzione perché valutare un grave danno non è facile !!

Tribunali di tutta Italia, in quanto, per le cause di risarcimento danni da sinistro stradale, la competenza è data dal luogo del sinistro o dalla sede della compagnia di assicurazioni che copre il rischio per RCA del veicolo che ci ha cagionato un danno. Per gli incidenti automobilistici ad esempio Trieste ha una moltitudine di cause di risarcimento per sinistri stradali, anche per sinistri avvenuti in altre città Italiane, in quanto sede di molte grandi assicurazioni (come le assicurazioni Generali o le assicurazioni Allianz).

La causa di risarcimento danni (ammesso che sia necessario fare una causa) negli incidenti automobilistici può però essere radicata anche nel Tribunale ove è avvenuto il sinistro. Molto spesso si sente dire che le cause per il risarcimento danni da sinistro stradale, comprensive di danno morale, danno biologico e danno incidente sull’attività lavorativa, durino molti anni. Non bisogna però dimenticare che si può ottenere in poche udienze una provvisionale per risarcimento danni per gravi danni, che può essere anche del 50% del danno subito. Questo in modo particolare quando è certa la responsabilità della controparte e quando le assicurazioni, pur sapendo di dover risarcire un dannotemporeggiano sperando che il danneggiato, spaventato dalla causa, vi rinunci.

I Tribunali sono molto attenti al risarcimento danni da sinistri stradali e hanno indubbiamente una grande sensibilità nel riconoscere il giusto danno a chi è stato vittima di incidenti della strada. Se hai subito un incidente stradale e devi chiedere il risarcimento danni rivolgiti a me. Contatta l’avvocato Sergio Armaroli di Bologna senza indugio al numero di telefono 051.6447838, oppure compilando il modulo di richiesta di consulenza legale online; troverai un Avvocato pronto ad ascoltarti e a consigliarti al meglio. Ovviamente l’avvocato Sergio Armaroli assiste anche quanto hanno subito incidenti in moto o incidenti in bicicletta che purtroppo spesso sono gli incidenti con la maggior percentuale di gravi lesioni alla persona. Assistenza legale qualificata verrà fornita anche per sinistri mortali, ovvero incidenti in auto ove la persona ha perso un proprio congiunto in un sinistro stradale.

123 foto dottre nero grande

Due Casi Trattati

Si rivolse al mio studio un ragazzo che alla guida del proprio veicolo era a seguito di una moto che gli aveva tagliato la strada finito contro un muro ed era rimasto paraplegico!

Le prime difficoltà furono quelle di far dare dall’assicurazione un acconto per le cure mediche specialistiche del cliente, che era condannato alla sedia a rotelle a vita.

Il danno era immane, e incominciai la trattativa con l’assicurazione , non fu cosa facile, soprattutto per quantificare il grave danno!!

Dopo un anno circa arrivammo a una transazione con l’assicurazione con soddisfazione per il cliente!!

A110

Caso di Ornella

Ornella quale trasportata in auto rimase coinvolta in gravissimo sinistro, una macchina invase la sua corsia di marcia,  provocandole gravissime lesioni.

Ci vollero quindici mesi per la stabilizzazione ma soprattutto fu difficle quantificare il grave danno.

Dopo quindici mesi si arrivò a un accordo ocn l’assicurazione e la cliente fu soddisfatta!!

 

Tabella ANIAInvalidità Permanente

Tipologia di sinistro

Percentuale diinvalidità permanente

Destro

Sinistro

Perdita totale di un arto superiore

70%

60%

Perdita della mano o di un avambraccio

60%

50%

Perdita di un arto inferiore al di sopra del ginocchio

60%

60%

Perdita di un arto inferiore all’altezza o al di sotto del ginocchio

50%

50%

Perdita di un piede

40%

40%

Perdita del pollice

18%

16%

Perdita di una falange del pollice

9%

8%

Perdita dell’indice

14%

12%

Perdita del mignolo

12%

10%

Perdita del medio

8%

6%

Perdita dell’anulare

8%

6%

Perdita di una falange di altro dito della mano

1/3 del dito

Perdita di un alluce

5%

5%

Perdita di una falange dell’alluce

2,5%

2,5%

Perdita di un altro dito del piede

3%

3%

Perdita di una falange di altro dito del piede

1%

1%

Sordità completa di un orecchio

10%

10%

Sordità completa di ambedue gli orecchi

40%

Perdita totale della facoltà visiva di un occhio

25%

25%

Perdita totale della facoltà visiva di ambedue gli occhi

100%

Stenosi nasale assoluta monolaterale

4%

Stenosi nasale assoluta bilaterale

10%

Esiti di frattura amielica somatica con deformazione a cuneo di una vertebra cervicale

12%

Esiti di frattura amielica somatica con deformazione a cuneo di una vertebra dorsale

5%

Esiti di frattura amielica somatica con deformazione a cuneo della 12a vertebra dorsale

10%

Esiti di frattura amielica somatica con deformazione a cuneo di una vertebra lombare

10%

Esiti di frattura del sacro

3%

Esiti di frattura del coccige con callo deforme

5%

Postumi di trauma distorsivo cervicale con contrattura muscolare e limitazione dei movimenti del capo e del collo

2%

Perdita anatomica di un rene

15%

Perdita anatomica della milza

10%

Tabella INAIL

Tabella INAILInvalidità Permanente

Allegato 1 D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124

Tipologia di sinistro

Percentuale diinvalidità permanente

Destro

Sinistro

Sordità completa di un orecchio

15%

Sordità completa bilaterale

60%

Perdita totale della facoltà visiva di un occhio

35%

Perdita anatomica o atrofica del globo oculare senza possibilità di applicazione di protesi

40%

Altre menomazione della facoltà visiva (vedasi relativa tabella)

Stenosi nasale assoluta unilaterale

8%

Stenosi nasale assoluta bilaterale

18%

Perdita di molti denti in modo che risulti gravemente compromessa la funzione masticaria:

a) con possibilità di applicazione di protesi efficace

11%

b) senza possibilità di applicazione di protesi efficace

30%

Perdita di un rene con integrità del rene superstite

25%

Perdita della milza senza alterazioni della crasi ematica

15%

Per la perdita di un testicolo non si corrisponde indennità

Esiti di frattura della clavicola bene consolidata, senza limitazione dei movimenti del braccio

5%

Anchilosi completa dell’articolazione scapolo-omerale con arto in posizione favorevole quando coesista immobilità della scapola

50%

40%

Anchilosi completa dell’articolazione scapolo-omerale con arto in posizione con normale mobilità della scapola

40%

30%

Perdita del braccio:

a) per la disarticolazione scapolo-omerale

85%

75%

b) per amputazione al terzo superiore

80%

70%

Perdita del braccio destro al terzo medio o totale dell’avambraccio

75%

65%

Perdita dell’avambraccio al terzo medio o perdita della mano

70%

60%

Perdita di tutte le dita della mano

65%

55%

Perdita del pollice del primo metacarpo

35%

30%

Perdita totale del pollice

28%

23%

Perdita totale dell’indice

15%

13%

Perdita totale del medio

12%

Perdita totale dell’anulare

8%

Perdita del mignolo

12%

Perdita della falange ungueale del pollice

15%

12%

Perdita della falange ungueale dell’indice

7%

6%

Perdita della falange ungueale del medio

5%

Perdita della falange ungueale dell’anulare

3%

Perdita della falange ungueale del mignolo

5%

Perdita delle due ultime falangi dell’indice

11%

9%

Perdita delle due ultime falangi del medio

8%

Perdita delle due ultime falangi dell’anulare

6%

Perdita delle due ultime falangi del mignolo

8%

Anchilosi totale dell’articolazione del gomito con angolazione tra 110-75:

a) in semipronazione

30%

25%

b) in pronazione

35%

30%

c) in supinazione

45%

40%

d) Quando l’anchilosi sia tale da permettere i movimenti in pronosupinazione

25%

20%

Anchilosi totale del gomito in flessione massima o quasi

55%

50%

Anchilosi totale dell’articolazione del gomito in estensione completa o quasi:

a) in semipronazione

40%

25%

b) in pronazione

45%

40%

c) in supinazione

55%

50%

d) quando l’anchilosi sia tale da permettere i movimenti in pronosupinazione

35%

30%

Anchilosi completa dell’articolazione radio carpica in estensione rettilinea

18%

15%

Se vi è contemporaneamente abolizione dei movimenti di pronosupinazione:

a) in semipronazione

22%

18%

b) in pronazione

25%

22%

c) in supinazione

35%

30%

Anchilosi completa coxo-femorale con arto in estensione e in posizione favorevole

45%

Perdita totale di una coscia per disarticolazione coxo-femorale o amputazione alta, che non renda possibile l’applicazione di un apparecchio di protesi

80%

Perdita di una coscia in qualsiasi altro punto

70%

Perdita totale di una gamba o amputazione di essa al terzo superiore, quando non sia possibile l’applicazione di un apparecchio articolato

65%

Perdita di una gamba al terzo superiore quando sia possibile l’applicazione di un apparecchio articolato

55%

Perdita di una gamba al terzo inferiore o di un piede

50%

Perdita dell’avampiede alla linea tarso-metatarso

30%

Perdita dell’alluce e corrispondente metatarso

16%

Perdita totale del solo alluce

7%

Per la perdita di ogni altro dito di un piede non si fa luogo ad alcuna indennità, ma ove concorra di più ogni altro dito perduto è valutato il

3%

Anchilosi completa rettilinea del ginocchio

35%

Anchilosi tibio-tarsica ad angolo retto

20%

Semplice accorciamento di un arto inferiore che superi i tre centimetri e non oltrepassi i cinque centimetri

11%

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *