AVVOCATO PER RECUPERO CREDITI BOLOGNA

 COME RECUPERARE UN CREDITO CONSIGLI

Missione recupero,così chiamerei la nostra ttività, oggi recuerare un credito è possibile solo con il massimo impegno professionale!!

 

Diapositiva1 

Recuperare il credito senza 
procedimenti legali

Nella maggior parte dei casi si cerca di ottenere il pagamento totale o parziale di quanto dovuto dal debitore prima di intraprendere azioni Giudiziarie .

 

Lo studio legale dell’avvocato Sergio Armaroli aiuta il creditore nel recupero di quanto dovuto, Spesso conviene evitare la strada giudiziale per non arrivare a confrontarsi con:

i tempi molto lunghi della Giustizia e dei suoi procedimenti;

le spese legali che occorre sostenere.

 

L’assistenza dello studio legale

L’attività è svolta principalmente da due soggetti, le società di recupero crediti e lo studio legale, che hanno la conoscenza normativa e gli strumenti per procedere nel modo più idoneo.

 

Il recupero stragiudiziale: ottenere il saldo del debito Trattando con il debitore !!

I tentativi stragiudiziali di recupero crediti presuppongono la volontà del debitore di far fronte al pagamento in modo, però, dilazionato.

Lo studio legale dell’avvocato Sergio Armaroli di Bologna di norma segue il seguente iter:

sollecito scritto: lo studio richiede al debitore il pagamento della somma dovuta, comprensiva di interessi e spese, entro una certa data. La costituzione in mora del debitore con la formale intimazione per iscritto ad adempiere alla propria obbligazione entro un tempo determinato è il primo passo per fissare un limite nella vertenza. 

Nel caso in cui il debitore non dovesse onorare il proprio debito, si verificherà la fattibilità di un’azione giudiziale per il recupero di quanto dovuto tramite indagini economico/patrimoniali (presenza di beni mobili o immobili, etc.)

 

Avvocato recupero crediti Bologna Lo studio si occupa:

                  della redazione e dell’invio di diffide di pagamento;

                  della redazione e del deposito di decreti ingiuntivi;

                  della redazione e notifica degli atti di precetto anche su cambiali o assegni;

                  della richiesta di pignoramenti mobiliari;

                  della richiesta di pignoramenti presso terzi;

                  della richiesti di pignoramenti immobiliari;

                  della redazione e del deposito delle istanze di vendita;

                  della redazione e del deposito degli interventi su esecuzioni già in essere;

                  di fornire alla propria clientela la necessaria assistenza giudiziale nelle procedure esecutive;

della cessione dei crediti.

 

AVVOCATO PER RECUPERO CREDITI BOLOGNA DECRETO INGIUNTIVO

 

è il provvedimento attraverso il quale il giudice competente, su richiesta del titolare di un credito certo, liquido ed esigibile, fondato su prova scritta, ingiunge al debitore di adempiere l’obbligazione (pagare una determinata somma o consegnare una determinata quantità di cose, ecc.), entro il termine di quaranta giorni dalla notifica, avvertendolo che entro lo stesso termine potrà proporre opposizione e che, in mancanza, si procederà ad esecuzione forzata.

Se si decide di intraprendere la via del recupero giudiziale, l’iter seguito sarà il seguente:

Ricorso per decreto ingiuntivo

per poter richiedere un decreto ingiuntivo è necessario essere in possesso di documenti che provino il diritto a chiedere il pagamento (fatture, contratto, documenti di consegna, libri contabili).

 

SEQUESTRO CONSERVATIVO

Dispositivo dell’art. 671 Codice di Procedura Civile

Il giudice, su istanza del creditore che ha fondato timore di perdere la garanzia del proprio credito, può autorizzare il sequestro conservativo  di beni mobili o immobili del debitore o delle somme e cose a lui dovute, nei limiti in cui la legge ne permette il pignoramento.

 

Il sequestro conservativo è una misura cautelare che si può azionare quando si ha il fondato timore di perdere la garanzia del proprio credito nelle more di una azione civile.

Al fine di chiedere ed ottenere il sequestro conservativo occorre la presenza di due presupposti: il fumus boni iuris (esistenza e fondatezza del credito) ed il periculum in mora.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *