AVVOCATO SEPARAZIONI BOLOGNA, AVVOCATO PER SEPARAZIONI BOLOGNA, AVVOCATO SEPARAZIONI E DIVORZI BOLOGNA, AVVOCATO MATRIMONIALISTA A BOLOGNA, AV CONSULENZA LEGALE BOLOGNA, CONSULENZA AVVOCATO, CONSULENZA ONLINE

separazione con addebito, infedelta’ coniugale avvocato divorzista Bologna

 

 

cosa è la separazione con addebito per infedelta’ coniugale?

 

 

La separazione con addebito per infedelta’ coniugale si ha quando  un coniuge tradito (o molto piu’ spesso quando suppone di essere tradito) ricorre alla separazione giudiziale per far dichiarare l’addebito a carico dell’altro coniuge.

 

La pronuncia di addebito comporta conseguenze di tipo economico nei confronti del coniuge al quale la separazione è stata addebitata.

 

Quest’ultimo, infatti, perde il diritto all’assegno di mantenimento conservando solo il diritto agli alimenti, laddove ne sussistano i presupposti.

Chi pronuncia la separazione con addebito ?

 

La stessa  può essere pronunciata dal giudice, in presenza dei comportamenti tenuti da uno o entrambi i coniugi che denotano la palese violazione dei doveri che nascono per effetto del matrimonio.

  1. AVVOCATO SEPARAZIONI BOLOGNA, AVVOCATO PER SEPARAZIONI BOLOGNA,
  2. AVVOCATO SEPARAZIONI E DIVORZI BOLOGNA, AVVOCATO MATRIMONIALISTA A BOLOGNA,
  3. AVV CONSULENZA  LEGALE BOLOGNA, CONSULENZA AVVOCATO, CONSULENZA ONLINE
  4. AVVOCATO DIVORZISTA A BOLOGNA,

AVVOCATO SEPARAZIONI BOLOGNA, AVVOCATO PER SEPARAZIONI BOLOGNA, AVVOCATO SEPARAZIONI E DIVORZI BOLOGNA, AVVOCATO MATRIMONIALISTA A BOLOGNA, AV CONSULENZA LEGALE BOLOGNA, CONSULENZA AVVOCATO, CONSULENZA ONLINEAA11117 SEPARAZIONE EDIVRZI

  1. Capisco i problemi di chi sta separandosi o divorziare, mille domande mille problematiche mille incertezze.
  2. Si lascia il certo a volte verso l’incerto, non è una cosa facile.

 

  1. Contattando l’ avvocato esperto di separazione e divorzi si avrà una chiara idea dei propri diritti e di cosa occorre far epe runa separazione o per un divorzio.
  2. L’avvocato Sergio Armaroli si occupa dal 2002 di cause di separazione e divorzio.La nostra decennale esperienza ci ha portato a maturare un approccio più “umano” su una tematica così delicata, cercando di evitare ulteriori traumi quando la separazione ormai è inevitabile.

La tutela della Famiglia è un tema centrale per il mio  Studio. Quello che spieghiamo ai nostri assistiti è che, con la separazione, ciò che cessa è la coppia, mentre la famiglia deve e può sopravvivere.

La scelta della separazione consensuale, basata cioè sull’accordo dei coniugi, è senza dubbio la via più veloce e meno costosa per porre fine al proprio matrimonio.avvocato separazioni e divorzi Bologna  Il tempo medio per ottenere una separazione consensuale varia dai tre ai cinque mesi, a fronte di un periodo molto più lungo (per addivenire a una separazione di tipo giudiziale (ovvero quando non viene raggiunto alcun accordo tra i coniugi affidando al Tribunale la relativa decisione).

Chiama l’avvocato esperto di separazioni e divorzi avrai la migliore assistenza e potrai trovare le giuste risposte ai tuoi dubbi

AVVOCATI A BOLOGNA STUDIO LEGALE AVVOCATO SERGIO ARMAROLI MATERIE TRATTATEAvvocati civilisti Bologna, avvocati penalisti Bologna,avvocati del lavoro Bologna, avvocati separazione Bologna, avvocati minori Bologna, avvocati divorzio Bologna, avvocati per separazione tribunale di Bologna, avvocati incidenti stradali Bologna, avvocati online Bologna, avvocati assistenza legale Bologna , avvocati diritto del lavoro Bologna, avvocati matrimonialisti Bologna, avvocati familiaristi Bologna

AVVOCATI A BOLOGNA STUDIO LEGALE AVVOCATO SERGIO ARMAROLI MATERIE TRATTATEAvvocati civilisti Bologna, avvocati penalisti Bologna,avvocati del lavoro Bologna, avvocati separazione Bologna, avvocati minori Bologna, avvocati divorzio Bologna, avvocati per separazione tribunale di Bologna, avvocati incidenti stradali Bologna, avvocati online Bologna, avvocati assistenza legale Bologna , avvocati diritto del lavoro Bologna, avvocati matrimonialisti Bologna, avvocati familiaristi Bologna

AVVOCATO SEPARAZIONI E DIVORZI 051/6447838

 

Ecco alcune recensioni :

 

  “Grazie mille avvocato dei buoni consigli che mi ha dato.”
  “Puntuale preciso e disponibile.”
  “Grazie avvocato, il suo aiuto è stato prezioso per la mia famiglia.”

Sergio Armaroli-Modifica

 

3 mesi fa

 

 

 

 

 

 

 

Hai un problema legale da risolvere?

Rivolgiti, come ho fatto io, con fiducia, all’ Avv. Sergio Armaroli, sapra’ consigliarti al meglio, trovando la giusta soluzione. …Altro

 

Pietro Menconi

 

 

un mese fa

Puntuale preciso e disponibile.

 

 

keidi llagami

1 recensione

 

nell’ultima settimana

Grande professionalità e competenza!!

Lo raccomando a tutte le persone che sono alla ricerca di un Avvocato!!

 

 

 

TRE SEGRETI PER UNA SEPERAZIONE MARITO E MOGLIE MENO INFELICE ….

TRE SEGRETI PER UNA SEPERAZIONE MARITO E MOGLIE MENO INFELICE

 avvocato per separazione a san giovanni in persiceto

COME FARE UNA SEPARAZIONE CONSENSUALE MARITO E MOGLIE BOLOGNA

IO POSSO AIUTARTI CHIAMA CON FIDUCIA

 

COME FARE UNA SEPARAZIONE CONSENSUALE MARITO E MOGLIE  BOLOGNA

 

 


 

IO POSSO AIUTARTI CHIAMA CON FIDUCIA !!!!

 AA11114CAUSE EREDITARIE

SEPARAZIONE CONSENSUALE DEI CONIUGI BOLOGNA

 

FOTOFOTO43 

SEPARAZIONE E FIGLI IL NOCCIOLO DELLE SEPARAZIONI!!

 

1.  SEPARARSI CON FIGLI NON E’ FACILE ,NON E’ MAI FACILE NE’ PER NOI NE’ PER I FIGLI!!

 

2.  PENSARE SEMPRE PRIMA AI FIGLI QUESTA E’ LA  GIUSTA STRATEGIA!!!

 

3.  EVITARE DI LITIGARE DAVANTI AI FIGLI!!

 
Diapositiva1

4.  RASSICURARE I FIGLI CHE I GENITORI CONTINUERANNO A VOLER LORO BENE COME PRIMA PIU’ DI PRIMA !!

SEPARAZIONE CONSENSUALE DEI CONIUGI BOLOGNA

RIFERIMENTI NORMATIVI

separazione per tradimento della moglie

moglie tradisce marito separazione

separazione in caso di tradimento della moglie

tradimento separazione per colpa

separazione tradimento risarcimento danni

separazione tradimento addebito

separazione tradimento figli

tradimento separazione e figli

 

Se si è disinnamorati si può abbandonare il tetto coniugale senza che da tale comportamento possa derivare una causa di addebito nella separazione.

 

 

AVVOCATO MATRIMONIALISTA DIVORZISTA BOLOGNA ,LEGITTIMITA’ ABBANDONO TETTO CONUGALE

 

Avvocato matrimonialista Bologna cosa deve dimostrare il coniuge che abbandona il tetto coniugale?

Deve dimostrare che la convivenza è oggettivamente impossibile e quando lo è?

  1. tutelarsi da condotte violente per la propria incolumità fisica e psichica;
  2. infedeltà; 
  3. invadenza dei parenti;
  4. mancanza di intesa sessuale;

 

Il coniuge che abbandona il tetto coniugale deve dimostrare la sussistenza di una delle “giuste cause” elencate, tale da giustificare l’allontanamento. In altri termini, deve provare che l’allontanamento è conseguenza di una preesistente intollerabilità della convivenza e che proprio a causa di tale situazione di intollerabilità, ne è conseguito l’abbandono.

Il consiglio è che comunque si attenda la prima udienza di separazione per evitare  l’addebito della stessa per abbandono tetto coniugale!!

Porre fine alla convivenza è un diritto: nessuno può essere obbligato a rimanere a casa se c’è disaffezione nella coppia o anche da parte di uno solo dei due coniugi.

Il fatto di non essere più innamorati, specie se dopo anni di sopportazioni e di un’unione infelice, non fa scattare l’addebito nei confronti di chi intende disimpegnarsi.

Secondo una recentissima sentenza della Cassazione, quando si verifica il distacco sentimentale, il coniuge è legittimato a chiedere la separazione e ad abbandonare il tetto coniugale senza che da ciò possano derivare, per lui, conseguenze giuridiche negative come l’addebito. ( così Cass. sent. n. 2183/2013.; ma anche Cass. sent. n. 21099/2007.)

Se si è disinnamorati si può abbandonare il tetto coniugale senza che da tale comportamento possa derivare una causa di addebito nella separazione.

Porre fine alla convivenza è un diritto: nessuno può essere obbligato a rimanere a casa se c’è disaffezione nella coppia o anche da parte di uno solo dei due coniugi.

Il fatto di non essere più innamorati, specie se dopo anni di sopportazioni e di un’unione infelice, non fa scattare l’addebito nei confronti di chi intende disimpegnarsi.

Secondo una recentissima sentenza della Cassazione, quando si verifica il distacco sentimentale, il coniuge è legittimato a chiedere la separazione e ad abbandonare il tetto coniugale senza che da ciò possano derivare, per lui, conseguenze giuridiche negative come l’addebito. ( così Cass. sent. n. 2183/2013.; ma anche Cass. sent. n. 21099/2007.)

 

 

Per riuscire ad ottenere l’addebito della separazione, in sede giudiziaria, è comunque necessario stabilire e presentare un legame di causalità tra l’infedeltà e l’insostenibilità della convivenza. Basti pensare a situazioni in cui l’adulterio viene effettuato a seguito di un già appurato deterioramento del rapporto: in questo caso non esiste alcun nesso tangibile tra l’intollerabilità della convivenza ed il tradimento.

E’ per questo fondamentale riuscire a provare che l’inizio della crisi matrimoniale va attribuita a cause strettamente connesse all’adulterio da parte del partner e non ad una situazione di deterioramento preesistente rispetto al momento in cui è stata compiuta l’infedeltà.

 

Esempio, nell’ipotesi di intercettazioni telefoniche effettuate in casa da un coniuge all’insaputa dell’altro, la Corte di Cassazione ha ritenuto sussistente il reato di “interferenze illecite nella vita privata” (art. 615 bis del Codice Penale), a prescindere dal rapporto di convivenza coniugale (sent. Cass. Sez. V, 02.12.2003, n. 46202).

E ancora, la giurisprudenza penale ha stabilito che è proibito al coniuge, in virtù dell’art. 616 comma 1 del Codice Penale, di prendere visione della corrispondenza diretta all’altro, senza il suo consenso espresso o tacito (sent. Cass. Pen. Sez. V, 10.07.1997 n. 8838). Va precisato che, per la legge, i messaggi di posta elettronica (email, messanger, skype etc.), e gli sms sono veri e propri mezzi di corrispondenza e che, come tali, non possono essere violati in alcun modo al pari della posta ordinaria.

 

 

 

 

 

Art. 711 c.p.c. (ricorso per la separazione consensuale dei coniugi)

[I]. Nel caso di separazione consensuale previsto nell’art. 158 c.p.c. il Presidente del Tribunale su ricorso di entrambi i coniugi deve sentirli nel giorno da lui stabilito e procurare di conciliarli nel modo indicato nell’art. 708 c.p.c.

[II]. Se il ricorso è presentato da uno solo dei coniugi, si applica l’art. 706 ultimo comma c.p.c.

[III]. Se la conciliazione non riesce, si dà atto nel processo verbale del consenso dei coniugi alla separazione e delle condizioni riguardanti i coniugi stessi e la prole.

[IV]. La separazione consensuale acquista efficacia con la omologazione del tribunale, il quale provvede in camera di consiglio su relazione del presidente.

[V]. Le condizioni della separazione consensuale sono modificabili a norma dell’articolo precedente.

Art. 710 c.p.c. (modifica delle condizioni di separazione)

[I]. Le parti possono sempre chiedere, con le forme del procedimento in camera di consiglio (art.737 c.p.c.) la modificazione dei provvedimenti riguardanti i coniugi e la prole conseguenti la separazione.

Diapositiva1[II]. Il tribunale, sentite le parti, provvede alla eventuale ammissione di mezzi istruttori e può delegare per l’assunzione uno dei suoi componenti.

[III]. Ove il procedimento non possa essere immediatamente definito, il tribunale può adottare provvedimenti provvisori e può ulteriormente modificarne il contenuto nel corso del procedimento.

Diapositiva1

Art. 158 c.c. (effetti della separazione)

[I]. La separazione per il solo consenso dei coniugi non ha effetto senza l’omologazione del giudice.

[II]. Quando l’accordo dei coniugi relativamente all’affidamento e al mantenimento dei figli è in contrasto con l’interesse di questi il giudice riconvoca i coniugi indicando ad essi le modificazioni da adottare nell’interesse dei figli e, in caso di inidonea soluzione, può rifiutare allo stato l’omologazione.

Art. 337 ter c.c. (provvedimenti riguardo ai figli)

[I]. Il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori, di ricevere cura, educazione, istruzione e assistenza morale da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale.

[II]. Per realizzare la finalità indicata dal primo comma, nei procedimenti di cui all’art. 337 bis c.c. il giudice adotta i provvedimenti relativi alla prole con esclusivo riferimento all’interesse morale e materiale di essa. Valuta prioritariamente la possibilità che i figli minori restino affidati a entrambi i genitori oppure stabilisce a quale di essi i figli sono affidati, determina i tempi e le modalità della loro presenza presso ciascun genitore, fissando altresì la misura e il modo con cui ciascuno di essi deve contribuire al mantenimento, alla cura, all’istruzione e all’educazione dei figli. Prende atto, se non contrari all’interesse dei figli, degli accordi intervenuti tra i genitori. Adotta ogni altro provvedimento relativo alla prole, ivi compreso, in caso di temporanea impossibilità di affidare il minore ad uno dei genitori, l’affidamento familiare. All’attuazione dei provvedimenti relativi all’affidamento della prole provvede il giudice del merito e, nel caso di affidamento familiare, anche d’ufficio. A tal fine copia del provvedimento di affidamento è trasmessa, a cura del pubblico ministero, al giudice tutelare.

[III]. La responsabilità genitoriale è esercitata da entrambi i genitori. Le decisioni di maggiore interesse per i figli relative all’istruzione, all’educazione, alla salute e alla scelta della residenza abituale del minore sono assunte di comune accordo tenendo conto delle capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli. In caso di disaccordo la decisione è rimessa al giudice. Limitatamente alle decisioni su questioni di ordinaria amministrazione, il giudice può stabilire che i genitori esercitino la responsabilità genitoriale separatamente. Qualora il genitore non si attenga alle condizioni dettate, il giudice valuterà detto comportamento anche al fine della modifica delle modalità di affidamento.

[IV]. Salvo accordi diversi liberamente sottoscritti dalle parti, ciascuno dei genitori provvede al mantenimento dei figli in misura proporzionale al proprio reddito; il giudice stabilisce, ove necessario, la corresponsione di un assegno periodico al fine di realizzare il principio di proporzionalità, da determinare considerando:

1) le attuali esigenze del figlio.

2) il tenore di vita goduto dal figlio in costanza di convivenza con entrambi i genitori.

3) i tempi di permanenza presso ciascun genitore.

4) le risorse economiche di entrambi i genitori.

5) la valenza economica dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore.

[V]. L’assegno è automaticamente adeguato agli indici ISTAT in difetto di altro parametro indicato dalle parti o dal giudice.

[VI]. Ove le informazioni di carattere economico fornite dai genitori non risultino sufficientemente documentate, il giudice dispone un accertamento della polizia tributaria sui redditi e sui beni oggetto della contestazione, anche se intestati a soggetti diversi.

AS3Art. 337 sexies c.c. (assegnazione della casa familiare)

[I]. Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell’interesse dei figli. Dell’assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l’eventuale titolo di proprietà. Il diritto al godimento della casa familiare viene meno nel caso che l’assegnatario non abiti o cessi di abitare stabilmente nella casa familiare o conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio. Il provvedimento di assegnazione e quello di revoca sono trascrivibili e opponibili a terzi ai sensi dell’art. 2643 c.c.

[II]. In presenza di figli minori, ciascuno dei genitori è obbligato a comunicare all’altro, entro il termine perentorio di trenta giorni, l’avvenuto cambiamento di residenza o di domicilio. La mancata comunicazione obbliga al risarcimento del danno eventualmente verificatosi a carico del coniuge o dei figli per la difficoltà di reperire il soggetto.

 MODIFICAZIONE CONDIZIONI DI SEPARAZIONE

 

Art. 710 c.p.c. (modificabilità dei provvedimenti relativi alla separazione dei coniugi).

Le parti possono sempre chiedere, con le forme del procedimento in camera di consiglio (artt. 737 e ss. c.p.c.), la modificazione dei provvedimenti riguardanti i coniugi e la prole conseguenti la separazione.

Il tribunale, sentite le parti, provvede alla eventuale ammissione di mezzi istruttori e può delegare per l’assunzione uno dei suoi componenti.

Ove il procedimento non possa essere immediatamente definito, il tribunale può adottare provvedimenti provvisori e può ulteriormente modificarne il contenuto nel corso del procedimento.

 

Art. 737 c.p.c. (disposizioni comuni ai procedimenti in camera di consiglio, forma della domanda).

I provvedimenti, che debbono essere pronunciati in camera di consiglio, si chiedono con ricorso (art. 125 c.p.c.) al giudice competente e hanno forma di decreto motivato, salvo che la legge disponga altrimenti.

Art. 738 c.p.c. (procedimento in camera di consiglio).

Il presidente nomina tra i componenti del collegio un relatore, che riferisce in camera di consiglio.

Se deve essere sentito il pubblico ministero (artt. 70-71 c.p.c.), gli atti sono a lui previamente comunicati ed egli stende le sue conclusioni in calce al provvedimento del presidente.

Il giudice può assumere informazioni.

 

Art. 156 c.c. (effetti della separazione nei rapporti patrimoniali tra i coniugi).

Il giudice, pronunziando la separazione, stabilisce a vantaggio del coniuge cui non sia addebitabile la separazione il diritto di ricevere dall’altro coniuge quanto è necessario al suo mantenimento, qualora egli non abbia adeguati redditi propri.

L’entità di tale somministrazione è determinata in relazione alle circostanze e ai redditi dell’obbligato.

Resta fermo l’obbligo di prestare gli alimenti di cui agli articoli 433 e seguenti.

Il giudice che pronunzia la separazione può imporre al coniuge di prestare idonea garanzia reale o personale se esiste il pericolo che egli possa sottrarsi all’adempimento degli obblighi previsti dai precedenti commi e dall’art. 155 c.c.

La sentenza costituisce titolo per l’iscrizione dell’ipoteca giudiziale ai sensi dell’articolo 2818.

In caso di inadempienza, su richiesta dell’avente diritto, il giudice può disporre il sequestro di parte dei beni del coniuge obbligato [671 c.p.c.] e ordinare ai terzi, tenuti a corrispondere anche periodicamente somme di danaro all’obbligato, che una parte di esse venga versata direttamente agli aventi diritto.

Qualora sopravvengano giustificati motivi il giudice, su istanza di parte, può disporre la revoca o la modifica dei provvedimenti di cui ai commi precedenti (art. 710 c.p.c.).

SEPARAZIONE CONSENSUALE DEI CONIUGI BOLOGNA

RIFERIMENTI NORMATIVI

Tribunale di Bologna

Sezione I Civile

Sentenza 18 luglio 2011, n. 2113

La cessazione degli effetti civili del matrimonio veniva già pronunziata con sentenza parziale n. 2943/2009 depositata in data 19 giugno 2009.

Quanto all’affidamento del figlio —- nato a —– in data —-, il collegio ritiene non sussistano motivi ostativi all’affidamento condiviso del minore ad entrambi i genitori posto che la considerevole distanza tra le parti e l’accesa conflittualità tra le stesse, come emergente dagli atti di causa, non rappresentano circostanze sufficienti ed idonee a limitare le prerogative paterne in ordine alla condivisione delle decisioni di maggiore importanza relative alla salute, alla cura, istruzione ed educazione del figliolo.

Il minore manterrà collocazione privilegiata presso la madre che potrà assumere in autonomia le decisioni relative alle questioni di ordinaria amministrazione.

Per quanto riguarda la regolamentazione degli incontri tra padre e figlio, tenuto conto delle oggettive difficoltà del Signor —– nell’incontrare il figlio, che vive a Tel — Aviv con la madre, pare opportuno confermare, in linea di massima, le statuizioni assunte dal giudice istruttore con ordinanza del 7 dicembre 2010 che tengono conto dei periodi di sospensione delle lezioni scolastiche di —– , così da offrire al padre la possibilità, in tali periodi, di trascorrere più giorni continuativi assieme al figlio. Pertanto il minore trascorrerà con il padre un periodo di tre settimane durante le vacanze estive, da concordarsi con la Signora —– entro il 20 maggio di ogni anno, con estensione di tale periodo a quattro settimane, anche non continuative, a partire dall’estate 2012.

——- trascorrerà inoltre col padre dieci giorni consecutivi durante la Pasqua ebraica e sette giorni consecutivi in ricorrenza della festa di Hannukkah durante il mese di dicembre, nonché altri sette giorni durante il mese di ottobre in occasione della festa denominata «Succot Simchas Torah». Il Signor —– potrà, inoltre, vedere il figliolo recandosi in Israele quando lo riterrà previo preavviso alla madre di quindici giorni e comunque sempre previo accordo con la Signora —– , sostenendo il padre le relative spese.

Il padre contribuirà, in misura fissa di € 100,00 alla volta, le spese di andata e ritorno dei trasporti del figlio —– in Italia, con obbligo per la madre di condurlo dal padre almeno due volte l’anno.

Deve, inoltre confermarsi, l’obbligo della madre a consentire il contatto giornaliero del figlio col padre anche tramite web-cam.

Per ciò che concerne i rapporti economici tra le parti e, nella specie, la determinazione del contributo paterno al mantenimento del figlio —— , pare congruo confermare i provvedimenti assunti in corso di procedimento, che hanno quantificato in € 500,00 mensili, rivalutabili annualmente secondo indici ISTAT.

La misura di tale contributo, atteso che l’esame della situazione reddituale del Signor —— documentata in atti (Mod. 730/2006-2008-2009-2010) non suggerisce un diverso assetto economico.

Quanto, invece, alle spese straordinarie da effettuarsi nell’interesse del figlio minore, tenuto conto delle spese che il Signor ——- deve sostenere annualmente per far visita a ——- in Israele e del contributo di € 100,00 che il padre deve corrispondere alla madre per ogni viaggio del minore in Italia, pare maggiormente congruo disporre che il 70% di tali spese sia a carico della madre e il 30% a carico del padre, tali intendendosi le spese mediche e scolastiche (esclusa l’eventuale refezione 
scolastica) da rimborsarsi al genitore che le ha anticipate dietro presentazione della documentazione attestante l’esborso, nonché le spese sportive, ludiche e ricreative purché previamente concordate tra le parti.

In considerazione delle domande svolte dalle parti e dell’esito del presente procedimento, il Collegio stima equo compensare interamente tra le parti le spese di lite.

Il Tribunale di Bologna, definitivamente decidendo nella causa di cui in epigrafe, ogni diversa eccezione, domanda ed istanza disattesa,

1. Affida il figlio minore —- ad entrambi i genitori, collocandolo a vivere presso l’abitazione della madre che potrà assumere in autonomia le decisioni riguardanti la gestione ordinaria della vita quotidiana.

2. Dispone che gli incontri tra padre e figlio avvengano secondo la seguente regolamentazione: il minore trascorrerà con il padre un periodo di tre settimane durante le vacanze estive, da concordarsi con la Signora —- entro il 20 Maggio di ogni anno, con estensione di tale periodo a quattro settimane, anche non continuative, a partire dall’estate 2012.

——— trascorrerà inoltre col padre dieci giorni consecutivi durante la Pasqua ebraica e sette giorni consecutivi in ricorrenza della festa di Hannukkah durante il mese di Dicembre, nonché altri sette giorni durante il mese di ottobre in occasionr della festa denominata < Succot Simchas Torah>. Il Signor —— potrà inoltre, vedere il figliolo recandosi in Israele quando lo riterrà previo preavviso alla madre di quindici giorni e comunque sempre previo accordo con la Signora —– sostenendo il padre le relative spese.

Il padre contribuirà, in misura fissa di € 100,00 alla volta, le spese di andata e ritorno di trasporti del figlio —– in Italia, con obbligo per la madre di condurlo dal padre almeno due volte l’ anno.

Conferma l’obbligo della madre a consentire il contatto giornaliero del figlio col padre anche tramite web- cam.

3. Dispone che il Signor —– corrisponda alla Signora —— a titolo di contributo nel mantenimento del figlio minore —– sino alla sua autosufficienza economica, la somma mensile di € 500,00 come già rivalutata e rivalutabile annualmente secondo indici ISTAT, oltre il 30% delle spese straordinarie effettuate nell’interesse del figlio,tali intendendosi le spese mediche e le spese scolastiche (esclusa l’eventuale refezione scolastica), dietro esibizione della documentazione attestante esborsi, nonché le spese sportive, ludiche e ricreative purchè previamente concordate tra le parti.

4. Rigetta ogni altra domanda.

5. Compensa tra le parti le spese di giudizio.

TAG:ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 6. BORGO TOSSIGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 7. BUDRIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 8. CALDERARA DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 9. CAMUGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO10. CASALECCHIO DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO11. CASALFIUMANESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO12. CASTEL D’AIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO13. CASTEL DEL RIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO14. CASTEL DI CASIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO15. CASTEL GUELFO DI B. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO16. CASTEL MAGGIORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO17. CASTEL SAN PIETRO TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO18. CASTELLO D’ARGILE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO19. CASTENASO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO20. CASTIGLIONE DEI PEPOLI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO21. CREVALCORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO22. DOZZA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO23. FONTANELICE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO24. GAGGIO MONTANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO25. GALLIERA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO26. GRANAGLIONE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO27. GRANAROLO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO28. GRIZZANA MORANDI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO29. IMOLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO30. LIZZANO IN BELVEDERE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO31. LOIANO32. MALALBERGO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO33. MARZABOTTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO34. MEDICINA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO35. MINERBIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO36. MOLINELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO37. MONGHIDORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO38. MONTE SAN PIETRO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO39. MONTERENZIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO40. MONZUNO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO41. MORDANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO42. OZZANO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO43. PIANORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO44. PIEVE DI CENTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO45. PORRETTA TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO46. SALA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO47. SAN BENEDETTO VAL DI S. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO48. SAN GIORGIO DI PIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO49. SAN GIOVANNI IN P. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO50. SAN LAZZARO DI SAVENA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO51. SAN PIETRO IN CASALE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO52. SANT’AGATA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO53. SASSO MARCONI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO54. VALSAMOGGIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO

 

Pratiche di separazione e divorzio,assistenza legale Bologna

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Casalfiumanese

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Porretta Terme

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Crespellano

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Baricella

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Pianoro

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Zola Predosa

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Molinella

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Sala Bolognese

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Medicina

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Castel Guelfo di Bologna

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale assistenza legale Budrio

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Castiglione dei Pepoli

Pratiche di separazione e divorzio San Benedetto Val di Sambro

Pratiche di separazione e divorzio Crevalcore

Cause civili San Pietro in Casale,San Giorgio di Piano, Cento,

Cause penali San Pietro in Casale, San Giorgio di Piano, Cento,

Cause legali San Pietro in Casale

Pratiche di successione San Pietro in Casale, San Giorgio di Piano, Cento,

 

Lo studio dell’avvocato Sergio Armaroli tratta diritto di famiglia, come: Divorzi (Divorzio Giudiziale E Divorzio Congiunto), Riconoscimento Del Matrimonio O Divorzio Realizzato All’estero, Riconoscimento Della Separazione E Del Divorzio Estero In Italia, Affidamento Condiviso E Congiunto, Scioglimento Del Matrimonio E Cessazione Degli Effetti Civili, Convenzioni Matrimoniali, Disconoscimento Di Paternità, Filiazione, Mantenimento Del Coniuge, Mantenimento Dei Minori, Assegno Divorzile, Addebito Della Separazione, Risarcimento Dei Danni, Adozioni, Tutela Dei Minori, Matrimonio Misto, Accordi Di Convivenza, Diritto Penale Della Famiglia, Impresa Familiare, Violenze Intrafamiliari, Interdizione, Inabilitazione, Decadenza Potestà Genitori, Sospensione Potestà Genitori, Diritti Degli Ascendenti, Dichiarazione Giudiziale Di Paternità, Strumenti A Tutela Del Corretto Adempimento Delle Obbligazioni Alimentari, Consulenza Legale Relativa A Separazioni, Divorzi, Mediazione Familiare, Affidamento Dei Figli, Accordi Di Convivenza, Adozioni, Variazioni Alle Condizioni Di Separazione E Mediazione Familiare, Assistenza Legale – Assegno Di Mantenimento – Assegno Divorzile – Diritto Di Famiglia – Affidamento Condiviso – Separazione Giudiziale

 

Questo articolo è stato pubblicato in Richiesta danni e taggato come Accordi Di Convivenza, Addebito Della Separazione, Adozioni, Affidamento Condiviso E Congiunto, Affidamento Dei Figli, Assegno Divorzile, Assistenza Legale – Assegno Di Mantenimento – Assegno Divorzile – Diritto Di Famiglia – Affidamento Condiviso – Separazione Giudiziale, assistenza legale Bologna Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Casalfiumanese Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Porretta Terme Pratiche di separazione e divorzio ass, Cause legali San Pietro in Casale Pratiche di successione San Pietro in Casale, Cause penali San Pietro in Casale, Cento, come: Divorzi (Divorzio Giudiziale E Divorzio Congiunto), Consulenza Legale Relativa A Separazioni, Convenzioni Matrimoniali, Decadenza Potestà Genitori, Dichiarazione Giudiziale Di Paternità, Diritti Degli Ascendenti, Diritto Penale Della Famiglia, Disconoscimento Di Paternità, Divorzi, Filiazione, Impresa Familiare, Inabilitazione, Interdizione, Lo studio dell’avvocato Sergio Armaroli tratta diritto di famiglia, Mantenimento Dei Minori, Mantenimento Del Coniuge, Matrimonio Misto, Mediazione Familiare, Riconoscimento Del Matrimonio O Divorzio Realizzato All’estero, Riconoscimento Della Separazione E Del Divorzio Estero In Italia, Risarcimento Dei Danni, San Giorgio di Piano, Scioglimento Del Matrimonio E Cessazione Degli Effetti Civili, Sospensione Potestà Genitori, Strumenti A Tutela Del Corretto Adempimento Delle Obbligazioni Alimentari, TAG:ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SE, Tutela Dei Minori, Variazioni Alle Condizioni Di Separazione E Mediazione Familiare, Violenze Intrafamiliari il 4 novembre 2014 da Armaroli

Navigazione articolo

SEPARAZIONE CONSENSUALE BOLOGNA E MANTENIMENTO FIGLI,ASSEGNO MANTENIMENTO FIGLI,Pratiche di separazione e divorzio,assistenza legale Bologna Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Casalfiumanese Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Porretta Terme Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Crespellano Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Baricella Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Pianoro Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Zola Predosa Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Molinella Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Sala Bolognese Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Medicina Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Castel Guelfo di Bologna Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale assistenza legale Budrio Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Castiglione dei Pepoli Pratiche di separazione e divorzio San Benedetto Val di Sambro Pratiche di separazione e divorzio Crevalcore

VERCELLI CUNEO ALESSANDRIA ASTI INCIDENTE MORTALE RISARCIMENTO AI PARENTI

Aggiungi un commento…

Pubblica anche su Facebook

Stai pubblicando come Sergio Armaroli (Modifica)

Plug-in sociale di Facebook

 

CATEGORIE

Assistenza legale (16)

cassazione sezioni unite (4)

Danni fisici (8)

diritto penale (7)

eredita’ (3)

IMPRESA COSTRUTTRICE CHE FALLISCE TUTELA ACQUIRENTI (3)

Incidente mortale (5)

Incidente mortale (7)

Incidenti mortali (7)

News (11)

Richiesta danni (136)

separazione coniugi Bologna (2)

Separazione e dicorzio (7)

separazioni e divorzi (15)

Studio legale (22)

Studio legale (23)

studio legale Bologna e provincia (20)

testamento (2)

TESTAMENTO EREDITA’ A BOLOGNA (3)

ARTICOLI RECENTI

Prev Next Tel: (+39) 051.6447838 – Via Solferino, 30-40124 Bologna Serviciile oferite de firma noastra lege în avocat Bologna Sergio Armaroli P.IVA 04343670370 înregistrat cu avocații de la Bologna Firma Bologna, Bologna avocat firma de avocatura Sergio Armaroli, REPREZENTARE BOLOGNA, BOLOGNA JURIDIC Accident de distrugere, de compensare pentru accident fatal, REPREZENTARE BOLOGNA, BOLOGNA JURIDIC Daune fizice, despăgubiri pentru prejudiciul biologic de colectare a datoriilor pe întreg teritoriul Italiei, acțiunile în încetare de opoziție, Cum sa faci o cerere de daune-interese?Vă rugăm să contactați avocatul firma de avocatura Sergio Armaroli Ia consultanță juridică, asistență juridică Bologna, separări în Bologna Asistență juridică și consultanță juridică la firma de avocatura situat în Bologna Avocatul firmei de avocatura Sergio Armaroli situat în Bologna oferă consultanță și asistență în materie penală și pentru daune din accidente rutiere grave. Avocatul firmei de avocatura Sergio Armaroli este o chestiune de succesiune și vrea cu protectie maxima la moștenitori. A tratat mai multe cazuri de răspundere medical în toată Italia. Firma de avocatura pentru separări din Bologna. Avocatul Sergio Armaroli, asistă în toată Italia pentru procesele penale, apărare penală și de apărare a părților vătămate. Sunați firma de avocatura la numărul. Avem de a face cu următoarele aspecte: Drept Penal Fraudă Comerț și crime împotriva consumatorilor Drepturile omului, protecția femeilor și imigranților Infracțiuni de mediu Infracțiuni de neglijență profesională Dreptul muncii penal Confidențialitate și IT Crimelor Economice și crime împotriva pa Dreptul penal în economia internațională Drept Divertisment, legislația mass-media, delictelor de presă Constructii civile, corporative, faliment Lege Sport Mai jos sunt listate domeniile reglementate de avocat. Sergio Armaroli Firma de avocatura drept civil de la Bologna Stat de persoana și personalitatea dreapta Firma de avocatura Bologna dreptul la familie (separare, divorț, filiale, de schimbare de sex) Drepturile reale (proprietate, posesie, uzufruct, servitute, posesia adverse, comuniune și condominiu) Bologna firma de avocatura succesiune legală și cauze ereditare Accidente rutiere, daune, despăgubiri pentru accidente mortale Responsabilitatea părinților, cadrelor didactice, tutori, etc. etc. Falimentul și Insolvență Executare silită, gaj, ipoteca etc. etc. Firma de avocatura penal în Bologna pentru infracțiunile de mediu Criminalitatea urbană Infracțiuni legate agroalimentar Neglijență medicală Infracțiuni vinovat de accidente de muncă Infracțiuni Infracțiuni Corporate Firma de avocatura Bologna criminală Dreptul penal, familiei Dreptul familiei: separații; divorțuri; comuniune dizolvare; afacere de familie; ordonanțelor de protecție; interdicție; incapacitatea; sprijin administrativ; adopții; recunoaștere și paternitate negare; suspendarea și revocarea din drepturile părintești, vă rugăm să contactați avocatul firma de avocatura Sergio Bologna Armaroli Succesiunea: firma de avocatura Bolognaredactare vrea; Acțiuni moștenire și de reducere;drepturi de proprietate moștenit; devize și donații de invaliditate sau ineficacitatea; divizii; Legea Agricultura: firma de avocatura Bolognaagrar privind arende agricole, îmbunătățiri și completări. Drept imobiliar: firma de avocatura Bolognacumpărare preliminar; contracte de achiziții publice; protecția proprietății; defecte de construcție; dispute planificare și construcție;distanțe și servitute; acțiuni posesorii; investiții imobiliare; Litigiile lunare; bancare, finanțe și asigurări: ferme Bologna împotriva intermediarilor financiari și bănci pentru a finanța investițiile; invaliditate de contracte; daune în favoarea investitorului; titluri de creanță;

Konsensusie separacja, separacja sądowa pożyczki cywilny domuSeparacja małżeńska kredyt Separacja małżeńska domu cointestata Separacja małżeńska domu owned przez teściów Separacja małżeńska domu wyłączną własność Separacja małżeńska domu z dorosłych dzieci Separacja małżeńska wynajem domu Separacja małżeńska domu, do męża Separacja małżeńska cesja domu Separacja małżeńska domu do ojca separacja małżonków, bez dzieci oddzielające małżonkowie Beach House separacja małżonków, na czele z teściami Przypisanie separacja małżeńska domu bez dzieci Separacja małżeńska domu Obsadzenie dorosłe dzieci przypisania separacja małżeńska domu condo opłat separacji małżeńskich rachunki domowe towarów separacji małżeńskiej domu przypisanie towarów separacji małżonków, Przypisanie cywilny domu oddzielenie własności Oddzielenie nieruchomości rozwód cywilny domu separacja małżeńska w domu z dziećmi Separacja małżeńska kredyt separacja małżonków, współistnienie Separacja małżeńska Blokada skrzyni biegów domu oddzielające małżonkowie domu cointestata oddzielające małżonkowie kredyt separacji i cywilny domu z hipoteką Separacja małżeńska domu matki-in-law separacji małżeńskich domu teściów Separacja małżeńska darowizna domu separacja podzielna cywilny domu separacji i małżeńskie domu teściów separacja małżonków, nie będące własnością Separacja Wydział cywilny domu Panna domu oddzielenie własności Separacja małżeńska domu i nowe współżycie Separacja małżeńska domu i hipotecznych separacji i cywilny domu separacji i cywilny domu do wynajęcia małżeńskie domu i podział majątku separacji i cywilny domu bez dzieci Panna domu i konsensusie separacja Sprzedaż separacja małżeńska w domu z dziećmi Przypisanie separacja małżeńska domem dla dzieci separacji małżonków, rodziców Przypisanie separacja małżeńska domu garaż separacja sądowa cywilny domu separacja sądowa cywilny własności domu separacja sądowa cywilny hipoteką separacja sądowa cywilny domu bez dzieci Separacja radości cywilny domu separacja sądowa podziału małżeńskiego domu Separacja małżeńska sądowa Sprzedaż domu Separacja małżeńska sądowa porzucenie domu Separacja małżeńska domu do wynajęcia Separacja małżeńska domu imu Separacja małżeńska współwłasność domu

Завет наследством адвокат причины наследственных ЗВОНИТЕ ЗА ПОМОЩЬ В случаях, НАСЛЕДСТВЕННЫЙ АДВОКАТ SERGIO ARMAROLI

INCIDENTE MORTALE? GRAVE INCIDENTE ? VUOI IL GIUSTO RISARCIMENTO ? CHIAMA SUBITO FAI LA COSA GIUSTA FIDATI!!

SEPARAZIONE DEI CONIUGI TENORE DI VITA DURANTE MATRIMONIO ASSEGNO MANTENIMENTO

PAROLE CHIAVI UTILIZZATE

Addebito Della Separazione ASTI CALCOLO RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE INCIDENTE STRADALE MORTALE RISARCIMENTO DANNI CALCOLO RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE MORTALE – CESENA INCIDENTE STRADALE MORTALE RISARCIMENTO DANNI CALCOLO RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE MORTALE – FORLi INCIDENTE STRADALE MORTALE RISARCIMENTO DANNI CALCOLO RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE MORTALE – See more at: http://www.avvocatoabologna.it/articoli-sentenze/1107-risarcimento-incidenti-stradali.html#sthash.KDOrBZMG.dpuf ALESSANDRIA INCIDEN CALCOLO RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE MORTALE VERCELLI INCIDENTE STRADALE MORTALE RISARCIMENTO DANNI COLPA MEDICA Convenzioni Matrimoniali Decadenza Potestà Genitori eredita’ con testamento legittima eredita senza testamento a chi spetta eredità con testamento e legittima eredità con testamento olografo eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 44. Pieve di Cento erede testamento premortotestamento erede universa eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 45. Porretta Terme erede testamento premortotestamento erede universa eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 46. Sala Bolognese erede testamento premortotestamento erede universa eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 47. San Benedetto Val di S. erede testamento premortotestamento erede eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 48. San Giorgio di Piano erede testamento premortotestamento erede un eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 49. San Giovanni in P. erede testamento premortotestamento erede univ eredità con testamento quote testamento erede deceduto erede defunto testamento erede da testamento eredità da testamento olografo 50. San Lazzaro di Savena erede testamento premortotestamento erede u eredità con testamento senza figli e coniuge eredità con testamento successione testamento eredi collaterali eredità testamento eredità testamento olografo eredità testamento legittima eredità testamento legittimatestamento erede mortoeredità testamento nipoti testamento erede universale coniuge testamento erede universale legittima erede testamento premorto INCIDENTE STRADALE INDENNIZZO incidenti stradali INCIDENTI STRADALI RISARCIMENTO IN CASO DI MORTALITA’ INFORTUNI STRADALI RISARCIMENTO RISARCIMENTO DANNI DA MORTE INCIDENTE STRADALE RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE PEDONE RISARCIMENTO DANNI MORTE INCIDENTE STRADALE RISARCIMENTO DANNI SINISTRO STRADALE MORTALE SINISTRO MORTALE RISARCIMENTO EREDI testamento a erede universale erede con testamento testamento erede condizione eredità con testamento senza figli testamento erede morto eredità testamento nipoti testamento erede universale testamento erede universale azione di riduzione testamento erede universale coniuge testamento erede universale legittimaeredità assenza testamento testamento erede universale moglie testamento eredi collaterali

Parliamoci chiaro separarsi è una tremenda sofferenza per la coppia!!

“Il filo rosso è quel filo che lega due anime destinate prima o poi ad incontrarsi e che non si spezza per nessuna ragione, neppure se i corpi sono distanti.
Il legame va oltre i corpi ed esiste al di là delle circostanze”

Goethe: “Affinità elettive

 

Separarsi vuol dire dividere obiettivi ,rompere affetti, ricominciare una vita!!

Non è facile !!!

Non è facile ricominciare a vivere da soli dopo che per anni si è diviso la propria vita con la moglie eil marito, dividendosi i compiti, facendo affidamento sull’altro.!!!

Separasi è molto doloroso quando vi sono figli!! Perché sempre ripeto sempre i figli soffrono per la separazione dei genitori!!

Posso darvi come avvocato tre consigli per cercare di soffrire di meno di qualcosa che comunque ed è innegabile porta molta sofferenza e a volte anche pesanti depressioni!!

1) CERCARE DI CAPIRE NELLA SEPARAZIONE ANCHE LE ESIGENZE DELL’ALTRO CONIUGE!!

2)CERCARE SE  POSSIBILE UNA SEPARAZIONE CONSENSUALE!!

 

3)PENSARE IN PRIMO LUOGO AL BENE DEI FIGLI!!

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savenaseparazione moglie a carico, separazione moglie abbandona tetto coniugale, separazione moglie amante, separazione alimenti moglie, assegno moglie separazione, separazione adulterio moglie, moglie chiede separazione al marito, separazione moglie con reddito, separazione giudiziale moglie non lavora separazione moglie figli, separazione moglie incinta, separazione moglie incinta di un altro, separazione mantenimento moglie e figlio, diritti della moglie nella separazione, separazione moglie russa, separazione moglie straniera figli, separazione moglie lavora marito no,separazione moglie quali diritti , separazione alimenti moglie

IO POSSO AIUTARTI CHIAMA CON FIDUCIA !!!!   separazione giudiziale 

separazione coniugi mantenimento figli maggiorenni

divorzio e mantenimento

separazione consensuale e mantenimento

modifica condizioni separazione presupposti

separazione consensuale rinuncia mantenimento

assegno mantenimento coniuge

separazione giudiziale

separazione consensuale

 

 

separazione personale dei coniugi

separazione per colpa tradimento

separazione di fatto obblighi

 

Separazione, addebito, crisi coniugale, convivenza intollerabile, accertamento

Cassazione civile , sez. I, sentenza 04.04.2014 n° 7998

PRECISA LA CORTE :

L’apprezzamento della responsabilità dei coniugi ai fini della intollerabilità della convivenza à riservato al giudice del merito e non è censurabile in Cassazione, se sorretto da motivazione congrua e logica (v. Cass. n. 9877/2006). Nella specie, la motivazione della sentenza impugnata, a sostegno dell’addebito esclusivo al marita della responsabilità della crisi dell’unione, fa leva su alcune frasi riportate in sentenza ed estrapolate da una lettera del 3 novembre 2003 nella quale il sig. C. esternava alla moglie i propri sentimenti e riconosceva di non essere stato un buon marito. In ciò la Corte di appello ha ravvisato una sostanziale confessione della violazione dei doveri coniugali e, quindi, la causa di quella crisi, con conseguente venir meno della rilevanza causale della violazione del dovere di fedeltà da parte della moglie.

Nella giurisprudenza di questa corte si è detto che, ai fini dell’addebitabilità della separazione, le ammissioni di una parte non possono avere valore di confessione, a norma dell’art. 2730 c.c., vertendosi in tema di diritti indisponibili, ma possono essere utilizzate come presunzioni ed indizi liberamente valutabili in unione con altri elementi probatori (v. Cass. n. 22786/2004, n. 176/1982), sempre che, ovviamente, esprimano non opinioni o giudizi o stati d’animo personali, ma fatti obiettivi e, in quanto tali, suscettibili di essere valutati giuridicamente come indice della violazione di specifici doveri coniugali (art. 143 c.c.). La forte del merito ha acriticamente recepito il messaggio emozionale insito in quella lettera, senza uno sforzo di

ECCO LA SENTENZA PER ESTESO

 

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONE I CIVILE

Sentenza 26 febbraio – 4 aprile 2014, n. 7998

(Presidente Luccioli – Relatore Lamorgese)

Svolgimento del processo

Nel giudizio di separazione personale proposto nel gennaio 2005 la sig.ra M.M.L., a sostegno della domanda di addebito, attribuiva la causa della intollerabilità della convivenza al marito sig. C.G., al quale imputava di avere trascurato la famiglia per dedicarsi completamente ai suoi interessi e di non avere contribuito ai bisogni materiali propri e dei figli.

Il M. chiedeva l’addebito della separazione alla moglie, perché aveva violato più volte il dovere di fedeltà e perché, nel giugno-luglio 2009, approfittando della sua temporanea assenza, aveva sostituito la serratura della casa allo scopo di costringerlo a trasferirsi altrove.

Il Tribunale di Cosenza, con sentenza 15 gennaio 2009, per quanto interessa in questa sede, ha addebitata la responsabilità della separazione alla maglie.

Il gravame proposto da quest’ultima é stato accolto dalla Corte di appella di Catanzaro, can sentenza 10 febbraio 2010, che ha addebitato la separazione al marito, sulla base di una missiva indirizzata alla M. nella quale il C. riconosceva di avere trascurato la famiglia e la moglie e di avere anteposto i propri interessi personali.

Ciò, secondo la Corte, dimostrava che egli era venuto meno ai doveri matrimoniali, e che la relazione extraconiugale della maglie era soia una conseguenza e non la causa della crisi coniugale.

Avverso questa sentenza il C. propone ricorso per cassazione sulla base di due motivi, cui resiste la M.

Motivi della decisione

Nel primo motivo di ricorso il C. deduce violazione e falsa applicazione degli artt. 193 e 151 c.c. : la Corte avrebbe sottovalutato la gravità e rilevanza, ai fini del sorgere della crisi coniugale, della violazione del dovere di fedeltà coniugale da parte della moglie, in epoca precedente all’introduzione del giudizio di separazione, e avrebbe erroneamente giustificato la relazione extraconiugale come reazione al comportamento del marito di mancata adeguata considerazione delle esigenze della moglie, sulla base di poche righe estrapolate da una lettera inviata a lei dal marito.

Nel seconda motivo è dedotto vizio di motivazione per avere la corte dato rilievo, ai fini dell’addebito, a non precisati atteggiamenti di trascuratezza da parte del coniuge, sulla base esclusivamente di una lettura parziale e travisata della medesima lettera nella quale il marito, nell’ambito di un esame di coscienza palesato alla moglie, manifestava soltanto una volontà riconciliativa, confermata dalla circostanza che successivamente i coniugi adottarono una bambina; l’inadeguatezza del percorso logico seguito dalla Corte risulterebbe anche dalla sottovalutazione della responsabilità della moglie nella crisi coniugale, che aveva iniziato una o più relazioni extraconiugali in epoca precedente e anche con un parente del marito.

I suddetti motivi devono essere esaminati congiuntamente e sono fondati nei termini che si diranno.

La Corte di appello ha ritenuta che causa della crisi matrimoniale non fu la relazione extraconiugale intrattenuta dalla sig.ra L. (dal 2002), ma il comportamento del sig. C. che aveva impostato egoisticamente la convivenza matrimoniale, anteponendo i propri personali interessi a quelli della famiglia e della moglie, in tal modo tradendo i valori di comunione spirituale e materiale fondata sul reciproco aiuto dei coniugi. La Corte, richiamando il noto principio secondo cui il giudice non può fondare la pronuncia di addebito della separazione sulla mera inosservanza del dovere di fedeltà coniugale, ma deve verificarne l’effettiva incidenza causale sul fallimento della convivenza coniugale, ha addebitato la separazione al marito, riformando la sentenza del tribunale che l’aveva addebitata alla moglie.

L’apprezzamento della responsabilità dei coniugi ai fini della intollerabilità della convivenza à riservato al giudice del merito e non è censurabile in Cassazione, se sorretto da motivazione congrua e logica (v. Cass. n. 9877/2006). Nella specie, la motivazione della sentenza impugnata, a sostegno dell’addebito esclusivo al marita della responsabilità della crisi dell’unione, fa leva su alcune frasi riportate in sentenza ed estrapolate da una lettera del 3 novembre 2003 nella quale il sig. C. esternava alla moglie i propri sentimenti e riconosceva di non essere stato un buon marito. In ciò la Corte di appello ha ravvisato una sostanziale confessione della violazione dei doveri coniugali e, quindi, la causa di quella crisi, con conseguente venir meno della rilevanza causale della violazione del dovere di fedeltà da parte della moglie.

Nella giurisprudenza di questa corte si è detto che, ai fini dell’addebitabilità della separazione, le ammissioni di una parte non possono avere valore di confessione, a norma dell’art. 2730 c.c., vertendosi in tema di diritti indisponibili, ma possono essere utilizzate come presunzioni ed indizi liberamente valutabili in unione con altri elementi probatori (v. Cass. n. 22786/2004, n. 176/1982), sempre che, ovviamente, esprimano non opinioni o giudizi o stati d’animo personali, ma fatti obiettivi e, in quanto tali, suscettibili di essere valutati giuridicamente come indice della violazione di specifici doveri coniugali (art. 143 c.c.). La forte del merito ha acriticamente recepito il messaggio emozionale insito in quella lettera, senza uno sforzo di contestualizzazione (anche temporale), che avrebbe evidenziato il tentativo del marito di recuperare un rapporto in crisi (di cui potrebbe essere espressione la successiva adozione di una bambina da parte dei coniugi), e senza un accertamento dei fatti storici in cui si sarebbero manifestate le violazioni contestategli, cui avrebbe dovuto fare seguito una ponderata valutazione della rilevanza degli stessi ai fini del sorgere della crisi.

L’inadeguatezza della motivazione posta a sostegno dell’addebito al marita ha compromesso il giudizio sulla violazione dell’obbligo di fedeltà della maglie, di cui si potrebbe disconoscere l’efficacia causale rispetto alla crisi solo all’esito di un accertamento rigoroso e di una valutazione complessiva e comparativa del comportamento di entrambi i coniugi (v. Cass. n. 25618/2007, n. 13797/2003), tenendo conta anche della frequenza e delle modalità con cui quella violazione è avvenuta.

Il ricorso à accolto e la sentenza impugnata à cassata can rinvio alla Corte di appello di Catanzaro che, in diversa composizione, dovrà effettuare una nuova valutazione delle domande di addebito proposte dalle parti, alla luce dei suddetti principi, nonché liquidare le spese del presente giudizio.

P.Q.M.

La Corte, in accoglimento del ricorso, cassa la sentenza impugnata e rinvia alla Corte di appello di Catanzaro, in diversa composizione, cui rimette la liquidazione delle spese del giudizio.
In casa di diffusione del presente provvedimento, omettere le generalità e gli altri dati identificativi.

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico, separazione moglie abbandona tetto coniugale, separazione moglie amante, separazione alimenti moglie, assegno moglie separazione, separazione adulterio moglie, moglie chiede separazione al marito, separazione moglie con reddito, separazione giudiziale moglie non lavora separazione moglie figli, separazione moglie incinta, separazione moglie incinta di un altro, separazione mantenimento moglie e figlio, diritti della moglie nella separazione, separazione moglie russa, separazione moglie straniera figli, separazione moglie lavora marito no,separazione moglie quali diritti , separazione alimenti moglie