separazione consensuale a Bologna,separazione coniugi a Bologna, avvocato matrimonialista i miei consigli

SEPARAZIONE CONIUGI, CONIUGI SEPARAZIONE, SEPARAZIONE CONSENSUALE, SEPARAZIONE ADDEBITO,ADDEBITO SEPARAZIONE

AVVOCATO SERGIO ARMAROLIavvocato sergio armaroli1)LA SEPARAZIONE RESTA UNO DEGLI AVVENIMENTI PIU’ TRISTI DELLA VITA DI UNA PERSONA

123CONIUGI CHE LITIGANO 123CONIUGI CHE LITIGANO1

2)RESTA UN AVVENIMENTO COMUNQUE TRISTE PERCHE’ PONE FINE A UN RAPPORTO CHE SI PENSAVA DUREVOLE UNA VITA

3)PER QUANTO SE NE DICA LA SEPARAZIONE DEI CONIUGI E’ TRAUMATICA, PERCHE’ PONE UNA SERIE DI GRAVI PROBLEMATICHE DA RISOLVERE

4)LA PRIMA GRANDE PROBLEMATICA E’ QUELLA SE VI SONO FIGLI DELL’AFFIDO DEGLI STESSI FIGLI, PERCHE’ GIUSTAMENTE SI VUOLE CONTINUARE A DARE IL MASSIMO AI PROPRI FIGLI

FOTOFOTO43FFFMIAFOTO PANAMA

AVVOCATO SERGIO ARMAROLIPERCHE’ SPESSO CI SI VORREBBE SEPARARE E NON CI SI SEPARA E SI VIVE DA SEPARATI IN CASA?

Cerco sempre di capire e conoscere bene i miei clienti, e sono molto attento a dare ai clienti costante informativa sullo stato delle pratiche affidate al mio studio. Amo avere subito con il cliente un chiaro accordo sui costi della mia prestazione, il cliente non deve mai aspettarsi sorprese da me, nel senso che chiarisco subito i costi del mio intervento. Sono un avvocato molto grintoso e corretto.

ASEPARAZIONE ? 1achiama subitoAAFID5

L’avvocato Sergio Armaroli e’ esperto di ricorsi alla Corte Europea Diritti dell’uomo. L’avvocato Sergio Armaroli è inoltre critico d’arte e affermato pittore:

avvocato malasanità Bologna,ti spiego come ottenere il danno da malasanità
avvocato malasanità Bologna,ti spiego come ottenere il danno da malasanità

afa1

Amo molto parlare di arte, oltre che di diritto ovviamente, ma nella mia vita la pittura e’ molto importante.

123CONIUGI CHE LITIGANO1

1)PER PROBLEMI ECONOMICI;RICORDAIMO CHE LA SEPARAZIONE COSTA:

  1. 1.  OCCORRONO DUE CASE
  2. 2.  OCCORRE PAGARE DOPPIE BOLLETTE
  3. 3.  OCCORRE VIVERE SEPARATI E I COSTI QUASI RADDOPPIANO E SPESSO OGGI DOV EUNA FAMIGLIA FA MOLTA FATICA A TIRARE AVAVNTI FIGURIAMOCI SE RADDOPPIAMO I COSTI
  4. 4.  OCCORRE CERCARE UN’ALTRA CASA, IL CHE VUOL DIRE PAGARE UN AFFITTO E CONTINUARE MAGARI A PAGARE IL MUTUO DELLA CASA CONIUGALE
  5. 5.  OCCORRE RIOORGANIZZARE LA PRORPIA VITA PRIVATA, SI PARE FACILE MA MAGARI DOPO DIECI ANNI DI MATRIMONIO NON SI E’ PIU’ ABITUATI A VIVERE SOLI, TANTI CONIUGI NELLA SEPARAZIONE DEVONO RICORRERE ALLO PSICOLOGO PER UN AIUTO

Sentenza – Affido condiviso, cambio di residenza, genitore
Suprema Corte di Cassazione VI Sezione Civile – 1
Ordinanza 18 febbraio – 18 marzo 2014, n. 6208 
Presidente Di Palma – Relatore Acierno

Fatto e diritto

Rilevato che è stata depositata la seguente relazione ex art. 380 bis cod. proc. civ. in ordine al procedimento civile iscritto al R. G. 16079 del 2013:
“Il relatore designato, visti gli artt. 377, 380 bis e 360 bis cod. proc. civ.,
letti gli atti del procedimento civile iscritto al R.G. 851 del 2013 tra
Rilevato che la Corte d’Appello di Venezia, adita in sede di reclamo avverso il provvedimento emesso ex art. 710 cod. proc. civ. dal Tribunale di Rovigo, ed in riforma del medesimo, stabiliva:
“che il trasferimento di residenza da Rovigo a Padova voluto da N.P., coniuge separata del ricorrente F.Z. e collocataria dei figli minori in affido condiviso ad entrambi i coniugi, doveva ritenersi lecito e non in contrasto con l’interesse dei minori a mantenere un rapporto significativo e continuativo con l’altro genitore, attraverso una più coerente articolazione del diritto di visita, attesa la vicinanza e la facilità di spostamento da Rovigo a Padova;
che la scelta della residenza da parte del genitore affidatario o collocatario costituisce l’esercizio di un diritto inviolabile di libertà garantito dall’art. 16 Cost, rispetto al quale l’altro genitore non può opporre altre ragioni che non siano direttamente collegate all’interesse della prole, come nel caso di un evidente ostacolo all’esercizio del proprio diritto di visita, con conseguente possibilità ai sensi dell’art. 155 quater cod. civ, di una rimodulazione delle condizioni di affidamento;
che nella specie tale esigenza ben poteva essere soddisfatta con la previsione di un potenziamento del diritto di visita nel fine settimana;
che doveva essere revocata l’assegnazione della casa coniugale di Rovigo alla Pirogova e respinta la sua richiesta di un contributo economico sostitutivo del vantaggio relativo all’assegnazione della casa coniugale;
Considerato che avverso tale provvedimento proponeva ricorso per cassazione, cui resisteva con controricorso la P., affidato ai seguenti tre motivi:
nel primo motivo di ricorso viene dedotta la violazione e falsa applicazione dell’art. 29 Cost. e 155 cod. civ. ed art. 8 CEDU in relazione all’art. 360 n. 3 cod. proc. civ.;
nel secondo motivo viene dedotta l’omessa valutazione dei motivi addotti dalla P. a giustificazione del suo trasferimento a Padova, con riferimento a parametri dell’art. 360 n. 3 e n. 4 cod. proc. civ. anche in combinato disposto con gli art.. 132 e 156 cod. civ.
nel terzo motivo viene dedotto l’omesso esame della C.T.U resa nel giudizio di primo grado dal prof. C. nel punto in cui sostiene che “un eventuale trasferimento della madre a Padova dovrebbe poter consentire il rispetto e il mantenimento dell’attuale ripartizione dei tempi di visita, con riferimento ai parametri di cui all’art. 360 n. 3 e 5 cod. proc. civ.
Ritenuto che i motivi da esaminare congiuntamente in quanto logicamente connessi meritano di essere rigettati;
ritenuto in particolare che quanto al primo motivo il parametro costituito dall’art. 155 quater ultimo comma cod. civ. ai sensi del quale “nel caos in cui uno dei due coniugi cambi residenza o il domicilio, l’altro può chiedere se il mutamento interferisce con l’affidamento, la ridefinizione degli accordi o dei provvedimenti adottati”, risulta rispettato anche in correlazione con i parametri costituzionali e CEDU, in quanto:
il mutamento di residenza non è illecito perché realizzato dal genitore collocatario,
la vicinanza dei luoghi non interferisce con il regime di visita, in quanto pienamente esercitabile secondo l’incensurabile valutazione della Corte d’Appello fondata su un esame dei fatti che non può essere rivalutato in sede di sindacato di legittimità se non specificamente censurato nel limitato confine indicato dall’art. 360 n. 5 cod. proc. civ., attualmente vigente ed applicabile alla fattispecie;
il bilanciamento degli interessi non può fondarsi sulle ragioni soggettive del trasferimento in capo al genitore collocatario, essendo la comparazione fondata sui parametri indicati dal citato art. 155 quater ultimo comma cod. civ., consistenti nella oggettiva valutazione della compatibilità della nuova sede con il regime dell’affido condiviso e con la pienezza del diritto di visita da esercitarsi sulla base di tale regime legale della titolarità e dell’esercizio della responsabilità genitoriale;
il riferimento ai parametri costituzionali e CEDU è già contenuto nella valutazione comparativa indicata nel citato art. 155 quater cod. civ. e non può essere interpretato alla stregua di un divieto generalizzato al cambio di residenza da parte del genitore collocatario;
alla luce del novellato art. 360 n. 5 cod. proc. civ.. non risulta identificato un fatto decisivo al cui valutazione sia stata omessa dal provvedimento impugnato, tenuto conto del fatto che la Corte d’Appello ha rimodulato il diritto di visita e lo stesso CTU non ha prospettato il diniego del mutamento di residenza;
Ritenuto che ove si condividano i predetti rilievi il ricorso deve essere respinto;
Ritenuto che il collegio aderisce senza rilievi alla relazione, osservando in ordine alla memoria depositata dalla parte ricorrente che in essa vengono riprodotti i motiv i di ricorso sui quali vi è già stata esauriente risposta nella relazione;
ritenuto, pertanto che il ricorso deve essere rigettato, applicandosi il principio della soccombenza in ordine alle spese di lite.

P.Q.M.

Il Collegio,
rigetta il ricorso. Condanna la parte ricorrente al pagamento delle spese del presente procedimento che liquida in euro 1500 per compensi e euro 200 per esborsi oltre accessori di legge, in favore della contro ricorrente.

ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 6. BORGO TOSSIGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 7. BUDRIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 8. CALDERARA DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 9. CAMUGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO10. CASALECCHIO DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO11. CASALFIUMANESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO12. CASTEL D’AIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO13. CASTEL DEL RIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO14. CASTEL DI CASIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO15. CASTEL GUELFO DI B. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO16. CASTEL MAGGIORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO17. CASTEL SAN PIETRO TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO18. CASTELLO D’ARGILE SEPARAZIONI E DIVORZI Consulenza Legale Studio Legale BolognaAVVOCATO19. CASTENASO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO20. CASTIGLIONE DEI PEPOLI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO21. CREVALCORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO22. DOZZA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO23. FONTANELICE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO24. GAGGIO MONTANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO25. GALLIERA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO26. GRANAGLIONE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO27. GRANAROLO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO28. GRIZZANA MORANDI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO29. IMOLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO30. LIZZANO IN BELVEDERE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO31. LOIANO32. MALALBERGO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO33. MARZABOTTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO34. MEDICINA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO35. MINERBIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO36. MOLINELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO37. MONGHIDORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO38. MONTE SAN PIETRO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO39. MONTERENZIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO40. MONZUNO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO41. MORDANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO42. OZZANO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO43. PIANORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO44. PIEVE DI CENTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO45. PORRETTA TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO46. SALA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO47. SAN BENEDETTO VAL DI S. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO48. SAN GIORGIO DI PIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO49. SAN GIOVANNI IN P. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO50. SAN LAZZARO DI SAVENA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO51. SAN PIETRO IN CASALE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO52. SANT’AGATA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO53. SASSO MARCONI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO54. VALSAMOGGIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO

 mimmorotella casablanca

        

SEPARAZIONE CONIUGI, CONIUGI SEPARAZIONE, SEPARAZIONE CONSENSUALE, SEPARAZIONE ADDEBITO,ADDEBITO SEPARAZIONE

 

123CONIUGI CHE LITIGANO

 Studio legale Bologna Avv Sergio Armaroli

 

separazione a Bologna

Tra gli effetti della separazione dei coniugi vi é anche lo scioglimento della comunione legale tra i coniugi. Cosa prevede l’art. 191 cod. civ.il quale stabilisce che La comunione si scioglie per la dichiarazione di assenza o di morte presunta di uno dei coniugi, per l’annullamento, per lo scioglimento o per la cessazione degli effetti civili del matrimonio, per la separazione personale, per la separazione giudiziale dei beni, per mutamento convenzionale del regime patrimoniale, per il fallimento di uno dei coniugi. Una volta sciolta la comunione, occorre procedere in primo luogo ai rimborsi ed alle restituzioni come previsto dall’art. 192 c.c. (Ciascuno dei coniugi é tenuto a rimborsare alla comunione le somme prelevate dal patrimonio comune per fini diversi dall’adempimento delle obbligazioni previste dall’articolo 186.Nella fase della separazione il coniuge é tenuto altresì a rimborsare il valore dei beni di cui all’articolo 189, a meno che, trattandosi di atto di straordinaria amministrazione da lui compiuto, dimostri che l’atto stesso sia stato vantaggioso per la comunione o abbia soddisfatto una necessità  della famiglia. Il coniuge può richiedere la restituzione delle somme prelevate dal patrimonio personale ed impiegate in spese ed investimenti del patrimonio comune. I rimborsi e le restituzioni si effettuano al momento dello scioglimento della comunione; tuttavia il giudice può autorizzarli in un momento anteriore se l’interesse della famiglia lo esige o lo consente. Tale principi poi nella vita reale e nei tribunali, hanno deroghe a volte dettate dalle singole circostanze di fatto.Ricordiamo che le norme devono essere applicate ai casi concreti. Come indicato dal codice parrebbe, una normale liquidazione di società  ,devo ammettere che certe previsioni per chi non é del mestiere, quindi per chi non ha l’avvocato o lavori che non hanno a che fare con l leggi,appare assai strano. Lo sciogliemmo di un matrimonio, purtroppo aspesso ha a che fare con pesantissime questioni economiche, oltre che con la gravisa situazione dell’affidamento dei figli minori.

Nella separazione (anche se ancor piu’ nel divorzio che é l’istituto che mette fine definitivamente al matrimonio, rendendo necessario poi per tornare sposati ai coniugi un nuovo matrimonio) i coniugi dovranno procedere alla divisione dei beni della comunione legale ai sensi dell’art. 194 c.c, ovvero ripartendo in parti uguali l’attivo ed il passivo. Scendendo sul pratico questa operazione non é sempre semplice, presentandosi spesso problemi nell’identificare i beni che rientrano nella comunione da quelli che appartengono al patrimonio individuale di ciascun coniuge.¨Il regime patrimoniale della comunione dei beni tra coniugi é regolato dagli artt. 177, 178 e 179 del cod. civ. che di seguito si trascrivono:

avvocato sergioarmaroliArt. 177 – Oggetto della comunione. Costituiscono oggetto della comunione:¨a) gli acquisti compiuti dai due coniugi insieme o separatamente durante il matrimonio, ad esclusione di quelli relativi ai beni personali;¨b) i frutti dei beni propri di ciascuno dei coniugi, percepiti e non consumati allo scioglimento della comunione;¨c) i proventi dell’attività  separata di ciascuno dei coniugi se, allo scioglimento della comunione, non siano stati consumati;¨d) le aziende gestite da entrambi i coniugi e costituite dopo il matrimonio.¨Qualora si tratti di aziende appartenenti ad uno dei coniugi anteriormente al matrimonio ma gestite da entrambi, la comunione concerne solo gli utili e gli incrementi.

 

  1.  separazione
  2.  separazione giudiziale
  3.  separazione consensuale
  4.  separazione di fatto
  5.  separazione e divorzio
  6.  separazione dei beni
  7.  separazione dei poteri
  8.  separazione legale
  9.  separazione consensuale
  10.  separazione con addebito

 

 separazione giudiziale

 separazione consensuale

 separazione di fatto

 separazione e divorzio

 separazione dei beni

 separazione dei poteri

 separazione legale

 separazione 

 separazione con addebito

 separazione personale

 separazione affidamento congiunto

 separazione addebito

 separazione assegno mantenimento

 separazione abbandono tetto coniugale

 separazione assegnazione casa coniugale

 separazione aforismi

 separazione assegno mantenimento figli

 separazione attività ai fini iva

 separazione assegno di mantenimento

 

123 CONIUGI CHE LITIGANO 3

studio legale separazione bambini

 separazione bancaria

 separazione beni defunto

 separazione beni prima casa

 separazione beni notaio

 separazione beni pro e contro

 separazione beatles

 

 separazione con addebito

 separazione

 separazione conviventi con figli

 separazione

 separazione casa coniugale

 separazione consensuale con addebito

 separazione consensuale  separazione consensuale  separazione dei poteri

 separazione dei beni eredità

 separazione dei beni divorzio

 separazione dei coniugi

 separazione delle carriere

 separazione dei beni e divorzio

 separazione dei beni in caso di morte del coniuge

 separazione dei poteri in italiA

 separazione e divorzio

 separazione e figli

 separazione e mantenimento

 separazione elettrica

 separazione e nuova convivenza

 separazione e casa coniugale

 separazione e divorzio differenze

 separazione e mantenimento figli

 separazione enantiomeri

 separazione e mutuo 

 

123CONIUGI CHE LITIGANO1

Cerco sempre di capire e conoscere bene i miei clienti, e sono molto attento a dare ai clienti costante informativa sullo stato delle pratiche affidate al mio studio. Amo avere subito con il cliente un chiaro accordo sui costi della mia prestazione, il cliente non deve mai aspettarsi sorprese da me, nel senso che chiarisco subito i costi del mio intervento. Sono un avvocato molto grintoso e corretto.

 

L’avvocato Sergio Armaroli e’ esperto di ricorsi alla Corte Europea Diritti dell’uomo. L’avvocato Sergio Armaroli è inoltre critico d’arte e affermato pittore:

123 CONIUGI CHE LITIGANO 3123CONIUGI CHE LITIGANO

Amo molto parlare di arte, oltre che di diritto ovviamente, ma nella mia vita la pittura e’ molto importante.

 

Art. 178- Beni destinati all’esercizio di impresa. I beni destinati all’esercizio dell’impresa di uno dei coniugi costituita dopo il matrimonio e gli incrementi dell’impresa costituita anche precedentemente si considerano oggetto della comunione solo se sussistono al momento dello scioglimento di questa.\r\n Art. 179 “ Beni personali.

Non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge:

a) i beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di godimento;

b) i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione o successione, quando nell’atto di liberalità  o nel testamento non é specificato che essi sono attribuiti alla comunione;

c) i beni di uso strettamente personale di ciascun coniuge ed i loro accessori;

d) i beni che servono all’esercizio della professione del coniuge, tranne quelli destinati alla conduzione di una azienda facente parte della comunione;

e) i beni ottenuti a titolo di risarcimento del danno nonché la pensione attinente alla perdita parziale o totale della capacità  lavorativa;

f) i beni acquisiti con il prezzo del trasferimento dei beni personali sopraelencati o col loro scambio, purché ciò sia espressamente dichiarato all’atto dell’acquisto. L’acquisto di beni immobili, o di beni mobili elencati nell’articolo 2683, effettuato dopo il matrimonio, é escluso dalla comunione, ai sensi delle lettere c), d) ed f) del precedente comma, quando tale esclusione risulti dall’atto di acquisto se di esso sia stato parte anche l’altro coniuge.

Molto spesso, quando mi trovo a trattare separazioni o divorzi, i coniugi hanno conflitti dal problema della divisione patrimoniale dei beni che cadono in separazione, in quanto come sopra accennato ciò assomiglia alquanto a un scioglimento di una società  di capitali, ed in effetti toglie quella magicità  che il matrimonio doveva rivestire nell’intenzione iniziale degli stessi coniugi. I coniugi litigano sulla casa, sui mobili, su chi li ha comprati ,sulle somme dei conti correnti, oltre che come sopra accennato sui figli. Addirittura certi coniugi litigano sull’affidamento del cane o del gatto. Non é banale vedere i coniugi litigare o discutere al momento della separazione per l’affidamento del loro inseparabile cane o gatto.

 

Ho visto coniugi litigare o non trovare accordi per la spartizione di un quadro, che magari é stato dipinto da un anonimo ma che affettivamente é importantissimo per entrambi. Devo assolutamente rilevare come le separazioni a cui dopo tre anni segue il divorzio, sono tra le materie più complesse e piene di problematiche sia giuridiche che umane.Redigere un ricorso di separazione non é difficile, il difficile é essere certi che quando i clienti separandi escono dallo studio non si sentano troppo delusi dal periodo che hanno trascorso insieme. Ricordiamolo, il divorzio é una sentenza di fallimento di un matrimonio. Non sono mai riuscito come avvocato a nn calarmi nel dramma di una coppia che dopo un matrimonio felice, dopo aver costruito insieme le basi per una vita ,portano il loro matrimonio in Tribunale per subire una sentenza di divorzio , ergo di fallimento del matrimonio. Chiama lo studio legale Bologna Avv Sergio Armaroli.

Chiama l’avvocato Bologna  ,avvocato Sergio Armaroli

Avvocato separazioni Bologna,avvocato diritto di famiglia Bologna.,avvocato divorzi Bologna, Avvocato matrimonialista Bologna

ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 6. BORGO TOSSIGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 7. BUDRIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 8. CALDERARA DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 9. CAMUGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO10. CASALECCHIO DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO11. CASALFIUMANESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO12. CASTEL D’AIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO13. CASTEL DEL RIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO14. CASTEL DI CASIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO15. CASTEL GUELFO DI B. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO16. CASTEL MAGGIORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO17. CASTEL SAN PIETRO TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO18. CASTELLO D’ARGILE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO19. CASTENASO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO20. CASTIGLIONE DEI PEPOLI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO21. CREVALCORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO22. DOZZA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO23. FONTANELICE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO24. GAGGIO MONTANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO25. GALLIERA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO26. GRANAGLIONE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO27. GRANAROLO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO28. GRIZZANA MORANDI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO29. IMOLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO30. LIZZANO IN BELVEDERE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO31. LOIANO32. MALALBERGO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO33. MARZABOTTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO34. MEDICINA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO35. MINERBIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO36. MOLINELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO37. MONGHIDORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO38. MONTE SAN PIETRO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO39. MONTERENZIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO40. MONZUNO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO41. MORDANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO42. OZZANO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO43. PIANORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO44. PIEVE DI CENTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO45. PORRETTA TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO46. SALA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO47. SAN BENEDETTO VAL DI S. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO48. SAN GIORGIO DI PIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO49. SAN GIOVANNI IN P. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO50. SAN LAZZARO DI SAVENA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO51. SAN PIETRO IN CASALE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO52. SANT’AGATA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO53. SASSO MARCONI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO54. VALSAMOGGIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO

 123CONIUGI CHE LITIGANO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *