Avvocati Bologna IMOLA CASTELLO D’ARGILE divorzio consensuale – Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figliSeparazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figli Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figli

SCHERZA SU QUELLO CHE VUOI MA NON SULLE SPEARAZIONI E DIVORZI, PERCHE’ HANNO CONSEGUENZE IMPORTANTI ,ASCOLTAMI

Avvocati Bologna IMOLA CASTELLO D’ARGILE divorzio consensuale – Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figliSeparazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figli Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figli

Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale

Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figliSeparazione e divorzio
Unioni civili
Convivenza di fatto
Contratti di convivenza
Affidamento e mantenimento dei figli

                        

Avvocati Bologna   divorzio consensuale  –  avvocati Bologna separazione consensuale

  • Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figliSeparazione e divorzio
  • Unioni civili
  • Convivenza di fatto
  • Contratti di convivenza
  • Affidamento e mantenimento dei figliachibella sepdivfigl

Rapporti personali e patrimoniali tra coniugi

Riconoscimento del figlio naturale

  • Limitazione e decadenza della potestà genitoriale
  • Adozione nazionale e internazionale, adozione in casi particolari

Molestie in famiglia e danni Avvocati Bologna   divorzio consensuale  –  avvocati Bologna separazione consensuale

afotoseparazione 2

Convivenza di fatto Avvocati Bologna

ACHI3

L’iscrizione delle convivenze di fatto dovrà avvenire secondo le procedure già regolate dall’ordinamento anagrafico (artt. 4 e 13 del D.P.R. n. 223/1989).

Per la registrazione del contratto di convivenza l’ufficiale anagrafico del comune di residenza dei coniugi, ricevuta copia del contratto di convivenza trasmessa dal professionista, dovrà:

  • registrare, nella scheda di famiglia dei conviventi oltre che nelle schede individuali, la data e il luogo di stipula, la data e gli estremi della comunicazione da parte del professionista;
  • assicurare la conservazione agli atti dell’ufficio della copia del contratto.

atortaSCRITTA

Contratti di convivenza Avvocati Bologna

 

 

I contratti di convivenza, secondo la definizione fornita dalla legge, sono contratti che permettono alle coppie di conviventi  di disciplinare i rapporti patrimoniali riguardanti la loro vita in comune.

 

Riconoscimento figlio naturale Avvocati Bologna

 ACHIAMA MED1

Il riconoscimento trasforma un fatto puramente naturale, come la procreazione, in una fonte di rapporti giuridici. Se, infatti, manca il riconoscimento non sorgeranno rapporti giuridici tra il figlio ed i suoi genitori a meno che non si agisca giudizialmente per far dichiarare la paternità o la maternità.

È evidente che ha un senso parlare di riconoscimento solo per i figli nati al di fuori del matrimonio e non per quelli legittimi che, come abbiamo visto, acquistano questo loro status automaticamente in presenza delle condizioni previste dalla legge.

atortaSCRITTA

AARIOLVE CHIAMA

°#separazione figli coniugi mantenimento bologna-avvocato matrimonialista Bologna avvocato divorzista Bologna

La separazione personale tra i coniugi, il divorzio, la nullità del matrimonio e la cessazione della convivenza coniugale non debbono mai avere effetti pregiudizievoli sulla prole, non debbono mai ledere interessi e diritti della stessa. Quest’ultima, infatti, non ha alcuna responsabilità della crisi tra i propri genitori, anzi ne è sicuramente una vittima, dato che sente perdere i suoi punti fissi di riferimento, vede svanire il rapporto tra i propri genitori a cui è stata sempre abituata. In modo chiaramente esemplificativo, infatti, la dottrina si esprime in questi termini: «il diritto-dovere dei genitori di mantenere, istruire ed educare la prole non muta il suo contenuto a seconda che si versi nella fase patologica piuttosto che nella fase fisiologica della vita familiare: esso deriva dall’atto stesso della procreazione, si perpetua fino al raggiungimento, da parte dei figli, della piena autosufficienza economica» (A. ARCERI, L’affidamento condiviso. Nuovi diritti e nuove responsabilità nella famiglia in crisi, in Nuovi percorsi di diritto di famiglia, collana diretta da Sesta M., Milano, 2007).

Ascolto del minore. Con riferimento all’ascolto del minore, la giurisprudenza di legittimità ha avuto modo di chiarire che:

–      si tratta di un adempimento necessario nel primo grado di giudizio delle procedure relative al suo affidamento, come si desume, anche, dall’art. 336-bis, comma 1, cod. civ., che prevede che il minore debba essere ascoltato «dal presidente del tribunale o dal giudice delegato», coerentemente con l’art. 2, comma 1, lett. i, della legge n. 219/2012 (Cass. 22 luglio 2014, n. 16658, est. Lamorgese. Nella specie, il minore era stato ascoltato direttamente dal giudice di primo grado e la circostanza che, in grado di appello, fosse stato ascoltato solo dal c.t.u. non determinava alcuna violazione di tipo processuale);

–      è obbligatorio anche nei procedimenti conseguenti alla cessazione della convivenza tra genitori non uniti in matrimonio, laddove implichino valutazioni e statuizioni direttamente incidenti sugli aspetti inerenti all’affidamento, alle modalità di frequentazione ed alle scelte che ineriscono alla valutazione dell’interesse del minore (Cass. 10 settembre 2014, n. 19007, est. Campanile);

–      non va operato tutte le volte in cui esso sia ritenuto inopportuno, in ragione dell’età o del grado di maturità del minore o per altre circostanze, le quali palesino come l’ascolto sarebbe, piuttosto, pregiudizievole per l’interesse ad un equilibrato sviluppo psicofisico del minore, secondo la specifica motivazione che il giudice del merito dovrà enunciare (Cass. 2 luglio 2014, n. 15143, est. Nazzicone. Nella specie, la Corte di appello, nell’ambito di un giudizio divorzile, aveva adeguatamente esposto il proprio convincimento circa la non opportunità di disporre una nuova audizione della figlia infradodicenne della coppia, già ascoltata in primo grado, per scongiurare il rischio che la stessa fosse foriera di ulteriore disagio e pregiudizio per la minore, stante le osservazioni formulate dal c.t.u. in merito ai comportamenti di entrambi i genitori che cercavano di coinvolgerla in verifiche di fatti e stati d’animo);

–      non rappresentando una testimonianza o un altro atto istruttorio rivolto ad acquisire una risultanza favorevole all’una o all’altra soluzione, bensì un momento formale del procedimento deputato a raccogliere le opinioni ed i bisogni rappresentati dal minore in merito alla vicenda in cui è coinvolto, deve svolgersi in modo tale da garantire l’esercizio effettivo del diritto del minore di esprimere liberamente la propria opinione, e, quindi, con tutte le cautele e le modalità atte ad evitare interferenze, turbamenti e condizionamenti, ivi compresa la facoltà di vietare l’interlocuzione con i genitori e/o con i difensori, nonché di sentire il minore da solo, o, ancora, quello di delegare l’audizione ad un organo più appropriato e professionalmente attrezzato (Cass. 21 novembre 2014, n. 24864, est. Campanile, secondo cui, a conferma di ciò, l’art. 336-bis, comma 2, cod. civ., ha previsto che le parti, i difensori, il curatore del minore, se nominato, ed il p.m. sono ammessi a partecipare all’ascolto se autorizzati dal giudice);

Con riferimento al nodo interpretativo posto dalla nuova formulazione dell’art. 38, comma 1, disp. att. cod. civ., avente ad oggetto il passaggio o meno al Tribunale ordinario  della competenza ad assumere, in pendenza dei giudizi separativi, divorzili o di affidamento di figli nati fuori del matrimonio, i provvedimenti di decadenza dalla responsabilità genitoriale ex art. 330 cod. civ., i il Tribunale per i minorenni di Catania, con la pronuncia in rassegna, ha chiarito che nulla è cambiato rispetto al passato e che la competenza continuerà a spettare al Giudice minorile.

Tale tesi interprativa appare estremamente ragionevole e di buon senso, non essendovi alcun riferimento normativo che consenta di ritenere sottratta al Giudice minorile, in ipotesi di pendenza di un giudizio di separazione o divorzio, la competenza ad adottare i provvedimenti di decadenza dalla responsabilità genitoriale.

In tal senso, la giurisprudenza di merito ha affermato che la legge n. 219/2012: «ha ampliato le competenze del giudice ordinario solo con riguardo alle limitazioni ex art. 333 cod. civ. ma lasciando immutata la esclusiva competenza del T.M. per le pronunce ex art. 330 c.c.: pronunce che il tribunale ordinario non potrebbe dunque emettere nemmeno se pendente un giudizio di separazione o divorzio. Questo è confermato dallo sfoglio dei lavori parlamentari, dalla lettera dell’attuale art. 38 disp. att. c.c. e da un approccio sistematico alla questione che vede, al centro dell’azione ex art. 330 c.c., il pubblico ministero minorile, organo estraneo all’apparato giudiziario del tribunale ordinario» (così Trib. Milano 11 dicembre 2013, in www.altalex.it).

Secondo un’altra pronuncia di merito, l’inciso trascritto nel primo comma dell’art. 38 disp. att. cod. civ. («anche per i provvedimenti contemplati dalle disposizioni richiamate nel primo periodo») deve essere rapportato unicamente al primo periodo della seconda – e non della prima – parte della citata disposizioe normativa, in tal modo attribuendosi al giudice ordinario l’emanazione dei soli provvedimenti ex art. 333 cod. civ. (e non anche di quelli ex art. 330 cod. civ.), essendo significativo l’utilizzo nel primo periodo della seconda parte del primo comma dell’art. 38 cit. dell’espressione procedimenti di cui all’art. 333, contrapposta, nella seconda parte della medesima disposizione separata da un punto e virgola, all’espressione provvedimenti contemplati dalle disposizioni richiamate nel primo periodo (Trib. minori Palermo 11 dicembre 2013, richiamata nella nota di Randazzo, (Dis)organiche considerazioni sul nuovo art. 38 disp. att. c.c. – raccogliamo le idee, in www.magistraturademocratica.it, secondo cui sarebbe opportuno adattare la lettura del dato testuale ad una coerente interpretazione logica e sistematica, rispettosa del discrimine tra i provvedimenti volti a regolamentare le modalità di esercizio della potestà da parte di una coppia genitoriale separata, e quelli incidenti sulla spettanza della potestà).

Al riguardo, è significativo rilevare che l’Ufficio Massimario della Suprema Corte di Cassazione, nel volume dedicato alla rassegna della giurisprudenza di legittimità dell’anno 2013

    • mantenimento figli minorenni da parte del padre
    • mantenimento diretto dei figli
    • mantenimento diretto figlio maggiorenne
    • assegno mantenimento figlio maggiorenne non convivente
    • mantenimento figli affidamento congiunto
    • mantenimento figli padre disoccupato
    • mantenimento diretto 2016
    • assegno di mantenimento nell’affido condiviso
  •  

Lo studio legale Dell’avvocato Sergio Armaroli di Bologna opera in vari settori del diritto civile offrendo, in particolare, un valido supporto alle problematiche connesse al matrimonio ( separazione e divorzio e modifica dei patti) e ai rapporti tra i conviventi, tutelando a 360 gradi soprattutto i figli, siano essi legittimi o naturali.

Lo studio legale dell’avvocato Sergio Armaroli si occupa di:

  • consulenza legale nell’ambito del diritto civile
  • assistenza contrattuale
  • azioni giudiziarie consulenza legale Bologna
  • cause civili
  • diritto delle successioni consulenza legale Bologna
  • diritto di famiglia
  • assistenza e consulenza divorzi consulenza legale Bologna
  • gestione contenziosi

Diritto penale amministrativo e societario si occupa di:

AAFID5 AAFID

  • consulenza legale nell’ambito del diritto civile
  • assistenza contrattuale consulenza legale Bologna
  • azioni giudiziarie
  • cause civili consulenza legale Bologna
  • diritto delle successioni
  • diritto di famiglia consulenza legale Bologna
  • assistenza e consulenza divorzi
  • gestione contenziosi

 

Lo studio legale Dell’avvocato Sergio Armaroli di Bologna di cui è titolare è in grado di garantire – oltre alla consulenza ed assistenza nelle varie fasi del contenzioso – velocità ed efficienza nell’espletamento degli incarichi ed un costante aggiornamento del cliente in ordine alle pratiche affidate, e si avvale di studi corrispondenti sul territorio nazionale.

Offre inoltre la possibilità di risolvere le problematiche in tutti i campi del diritto civile attraverso il ricorso anche agli istituti della mediazione civile e della negoziazione assistita che si palesano convenienti quanto a costi e tempi.

La consulenza legale e la tutela giuridica è pertanto estesa a tutte le questioni di diritto civile ed è finalizzata alla soluzione delle problematiche emerse attraverso la scelta delle procedure più convenienti per i clienti, quanto a tempi e costi.

AVVOCATO A BOLOGNA DIRITTO DI FAMIGLIA A BOLOGNA :  L’APPROCCIO

Nella logica di una maggior tutela dei rapporti familiari e per questioni legate al diritto delle successioni, l’avvocato interagisce con approccio pratico e poco formale, senza trascurare – tuttavia – ciò che chiedete ogni giorno: difendere i Vostri diritti con professionalità, lealtà e aggiornamento costante nelle materie di diritto di famiglia e successioni.

Separazioni e divorzi

Separazioni e divorzi

L’avvocato Sergio Armaroli che hanno deciso di chiedere la separazione o il divorzio e di dividersi dal proprio coniuge.

I clienti sono assistiti a 360 gradi, inclusa la stipula degli accordi per gli assegni di mantenimento e per l’affidamento di eventuali minori. Gli avvocati restano a disposizione per qualsiasi problema post separazione o post divorzio ed anche in caso di necessità di ridefinizione degli accordi presi.  i clienti che hanno deciso di chiedere la separazione o il divorzio e di dividersi dal proprio coniuge.

I clienti sono assistiti a 360 gradi, inclusa la stipula degli accordi per gli assegni di mantenimento e per l’affidamento di eventuali minori. Gli avvocati restano a disposizione per qualsiasi problema post separazione o post divorzio ed anche in caso di necessità di ridefinizione degli accordi presi.

AVVOCATO BOLOGNA STUDIO LEGALE BOLOGNA DIRITTO DI FAMIGLIA: L’ASCOLTO DEL CLIENTE 

Proprio sulla base di questa considerazione, offriamo il nostro sostegno privilegiando l’ascolto del cliente, accompagnando l’assistito verso la soluzione ritenuta migliore senza alcuna rigidità e avendo riguardo l’interesse primario di chi ci prospetta il caso e della famiglia.

AVVOCATO BOLOGNA STUDIO LEGALE BOLOGNA DIRITTO DI FAMIGLIA Diritto matrimoniale

Divorzi congiunti o giudiziali, separazioni consensuali o giudiziali, modifica delle condizioni di separazione o di divorzio, affidamento condiviso; alimenti e mantenimento

AVVOCATO BOLOGNA STUDIO LEGALE BOLOGNA DIRITTO DI FAMIGLIA Diritto della famiglia

Opposizione a dichiarazione di stato di adottabilità; reclamo avverso decreto di inidoneità all’adozione internazionale; affidamento di minori

Avvocato familiarista BOLOGNA CONSULENZA LEGALE

Chi si rivolge ad un avvocato per quanto riguarda una materia così delicata quale è il diritto di famiglia, si trova generalmente in uno stato emotivo particolarmente delicato.

Per questo un bravo professionista deve dare risposte puntuali e precise, prendere a cuore la questione e trasmettere sicurezza e tranquillità.

La formazione e l’esperienza e la professionalità dell’avvocato Sergio Armaroli assicurano la migliore assistenza possibile.

Avvocati Anzola Dell’emilia

Avvocati Anzola Emilia

Avvocati Argelato

Avvocati B0logna

Avvocati Baricella

Avvocati Bazzano

Avvocati molinella

Avvocati Bentivolgio

Avvocati Bolgona

Avvocati Bologan

Avvocati Bologna

Avvocati Budrio

Avvocati Calcara

Avvocati Calderara Di Reno

Avvocati Camugnano

Avvocati Casalacchio Di Reno

Avvocati Casalecchio Di Reno

Avvocati Casalfiumanese

Avvocati Castel Guelfo

Avvocati Castel Maggiore

Avvocati Castel S. Pietro

Avvocati Castel S. Pietro Terme

Avvocati Castel San Pietro

Avvocati Castel San Pietro T.

Avvocati Castel San Pietro Terme

Avvocati Castello D’ Argile

Avvocati Castello D’argile

Avvocati Castello Di Serravalle

Avvocati Castelmaggiore

Avvocati Castenaso

Avvocati Castiglione Dei Pepoli

Avvocati Cento

Avvocati Ceretolo (casalecchio)

Avvocati Crespellano

Avvocati Crevalcore

Avvocati Crevalcore – Bevilacqua

– Lagaro

Avvocati Dozza

Avvocati Ferrara

Avvocati Funo – Argelato

Avvocati Funo Di Argelato

Avvocati Galliera

Avvocati Granarolo Dell’ Emilia

Avvocati Granarolo Dell’emilia

Avvocati Granarolo Emilia

Avvocati Grizzana Morandi

Avvocati Imola

Avvocati Loiano

Avvocati Malalbergo

Avvocati Marzabotto

Avvocati Medicina

Avvocati Minerbio

Avvocati Modena

Avvocati Molinella

Avvocati Molinella – Loc Alberino

Avvocati Molinella Loc. Alberino

Avvocati Monte San Pietro

Avvocati Monterenzio

Avvocati Monteveglio

Avvocati Osteria Grande

Avvocati Ozzano Dell’emilia

Avvocati Ozzano Emilia

Avvocati Pian Del Voglio

Avvocati Pian Di Macina

Avvocati Pianoro

Avvocati Pianoro Loc. Rastignano

Avvocati Pianoro Vecchio

Avvocati Pieve Di Cento

Avvocati Porretta Terme

Avvocati Rastignano

Avvocati Rastignano – Pianoro

Avvocati Rastignano (pianoro)

Avvocati Rastignano Di Pianoro

Avvocati Reggio Emilia

Avvocati Riale Di Zola Predosa

Avvocati S. Agata Bolognese

Avvocati S. Giorgio Di Piano

Avvocati S. Giovanni In Persiceto

Avvocati S. Lazzaro Di Savena

Avvocati S. Pietro In Casale

Avvocati S.giorgio Di Piano

Avvocati S.lazzaro Di Savena

Avvocati Sala Bolognese

Avvocati San Giorgio Di Piano

Avvocati San Giovanni In Persiceto

Avvocati San Lazzaro Di Savena

Avvocati San Matteo Della Decima

Avvocati San Pietro In Casale

Avvocati Sant’agata Bolognese

Avvocati Sasso Marconi

Avvocati Toscanella Di Dozza

Avvocati Urbino

Avvocati Vergato

Avvocati Villanova Di Castenaso

Avvocati Zola Predosa

Avvocati Bologna IMOLA CASTELLO D’ARGILE divorzio consensuale – Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Avvocati Bologna divorzio consensuale – avvocati Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figliSeparazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figli Bologna separazione consensuale Separazione e divorzio Unioni civili Convivenza di fatto Contratti di convivenza Affidamento e mantenimento dei figli